Questo sito contribuisce alla audience di

Il riposo dei … guerrieri

La stagione tennistica entra nella seconda parte dell’anno. Con tutti i tornei sul cemento e con la classifica Atp completamente stravolta rispetto all’inizio dell’anno. Nel frattempo, in attesa di riprendere i tornei americani, molti tennisti ne approfittano per un meritato riposo.

Il 2010 era iniziato con molti dubbi e alcune certezze. Ma tutto è stato stravolto … o quasi. La domanda che più di ogni altra veniva posta riguardava la carriera di Rafael Nadal, con alcuni che lo davano per spacciato viste le condizioni delle sue deboli ginocchia ed altri che ritenevano che lo spagnolo avrebbe recuperato alla grande il momento di difficoltà. E poi le quasi certezze su Roger Federer, il campione dei campioni, a detta di molti. All’inizio della stagione Rafa lasciava la vetta della classifica Atp, per indietreggiare fino al terzo gradino del podio. Ma poi, con la caparbietà che lo contraddistingue, è tornato a riprendersi ciò che era suo: i tornei sulla terra rossa di Montecarlo, di Madrid, di Roma e soprattutto il Roland Garros. Riconquistava così la seconda posizione in classifica, smentendo voci che lo vedevano pronto al ritiro.

Nel frattempo Roger non ripagava le aspettative e non riusciva battere il suo amico-rivale sul rosso. Solo il torneo di Wimbledon avrebbe potuto dirimere le controversie. Roger Federer , padrone di casa che gli organizzatori del torneo londinese hanno voluto testa di serie numero uno, nonostante la classifica Atp lo vedesse al secondo posto, sperava di poter conquistare anche quest’anno l’ambito trofeo e scacciare un po’ la sfortuna. Rafael Nadal, che malgrado si definisca un terraiolo puro, sembra un “erbivoro” nato, sperava di riconquistare la corona, vinta nel 2008 e persa nel 2009. La finale più attesa Federer - Nadal non si è ripetuta, visto che Tomas Berdych, ci ha messo lo zampino … ops … la racchetta. E così Rafa ha riconquistato il torneo più prestigioso del mondo. E tutte le previsioni fatte ad inizio anno sono state completamente rovesciate. Ancor di più se si pensa che la classifica Atp vede Nadal al primo posto e Djokovic superare Federer, portandosi al secondo posto a scapito dell’elvetico che si accontenta del terzo.

Ora, prima dei tornei americani, un po’ di riposo. Rafa ha dichiarato di volersi rilassare a Manacor con i suoi amici, alternando la tranquillità con i trattamenti alle ginocchia. La preparazione adeguata è fondamentale, visto che Rafa rincorre un sogno americano che si chiama Flushing Meadows. Roger Federer, dal canto suo, ha optato per una vacanza itinerante, noleggiando uno yacht e veleggiando con la famiglia nelle acque del Mediterraneo. Tempo di vacanze e riposo. Tempo per riflettere e prepararsi per una seconda parte di stagione che sarà senza dubbio combattuta ed appassionante.