Questo sito contribuisce alla audience di

Federer ed il colpo magico.

Roger Federer si è presentato in grandissimo spolvero agli Us Open 2010. Nel suo match d’esordio ha piazzato il famoso “colpo Noah” davanti ad un pubblico estasiato ed un avversario incredulo.

C’è chi lo chiama “colpo Noah”, c’è chi lo definisce “colpo alla New York”, ma il risultato è lo stesso: spettacolo e bravura fusi insieme in un punto fantasmagorico. Evidentemente l’aria newyorkese ispira la fantasia del campione elvetico che per due anni consecutivi è riuscito a realizzare il punto magico, il colpo tra le gambe.

E così tra l’incredulità dell’avversario, l’argentino Brial Dubal, e la standing ovation del pubblico, Roger porta a casa il match con il punteggio di 6-1 6-4 6-2 e passa al secondo turno. Federer sta viziando i suoi tifosi, abituandoli a tali colpi visto che anche lo scorso anno, nello stesso torneo, gli Us Open, ha realizzato lo stesso colpo magico, contro il serbo Novak Djokovic. Insomma Federer gioca , si diverte e fa divertire… tutti, tranne gli avversari!