Questo sito contribuisce alla audience di

Glory Days

Ogni giorno, la storia delle canzoni del Boss in questa nuova sezione della "Guida Springsteen".

Glory Days è stata registrata nell’Aprile del 1992 durante la prima trance di registrazioni per BORN IN THE U.S.A. Anche se, come è noto, tutto l’album contiene brani che saranno poi delle indimenticate hits, Glory Days è sempre stata relegata ai margini dalla critica. Il brano parla di un atleta delle scuole superiori che dà un’occhiata al proprio passato, ai “giorni di gloria”. La musica è gioiosa e, come la descrive il biografo del Boss, Dave Marsh consiste di “un rinky dinky organ, honky-tonk piano, una garage-band guitar”. A questi ingredienti si aggiunge il mandolino di Little Steven. Il singolo uscì il 31 maggio 1985 e raggiunse il #5 nella Billboard Hot 100 nell’estate del 1985 ed è stata la 5° grande hit di Born In The U.S.A. nonché la canzone più conosciuta dell’album dopo Dancing in the dark e Born in the U.S.A. In UK non ebbe molto successo dovuto, secondo alcuni, al fatto che il testo fa riferimento al baseball sport poco conosciuto dal pubblico britannico. E’ stato anche girato un video musicale a fine maggio 1985 nel New Jersey e diretto da John Sayles, trasmesso da MTV a metà giugno del 1985. La b-side del singolo è “Stand On It”

Ecco alcune note tecniche:

Album: Born in the U.S.A.

Uscita: May 31, 1985

Formato: 7″ single

Registrato: Aprile/Maggio 1982

Durata: 4:15

Etichetta: Columbia Records

Compositore: Bruce Springsteen

Produttori: Jon Landau, Chuck Plotkin, Bruce Springsteen, Steven Van Zandt

Posizioni in classifica: * #5 (U.S.) * #17 (UK)

Link correlati