Questo sito contribuisce alla audience di

Ian Somerhalder intervistato da Metro UK

L'attore parla della fama, di vino e di vampiri

Ian Somerhalder

Metro UK ha intervistato Ian Somerhalder ed ha parlato con lui di vampiri, Damon e tanto altro.

- Ian spiega che il successo di Twilight ha aperto la strada a molti progetti legati ai vampiri perchè il genere è ritornato di moda ed ha permesso al serial di avere l’approvazione per iniziare la produzione

- Damon, confessa Ian, è cattivo ma ognuno ha le sue ragioni per quello che fa nel mondo e anche Damon è convinto che le sue azioni siano giustificate: crede di essere stato tradito dal fratello e ha giurato di impedirgli di essere felice per l’eternità, quindi sta solo mantenendo quella promessa

- Ian ha un fratello più vecchio di sette anni e l’attore racconta che non ha mai avuto una grande rivalità anche perchè l’avrebbe fatto a pezzi essendo il maggiore

- Somerhalder racconta che non hanno ancora schiere di fans perchè girano in Georgia in una zona isolata, mentre quando lavorava a Lost le persone si accampavano fuori della sua casa

- Nonostante sia cresciuto nel Sud non ha mai avuto esperienze soprannaturali anche se c’è molta energia a causa delle morti della Guerra Civile e Ian pensa che se si lascia la mente aperta si possa sentire

- L’aver iniziato a lavorare come modello a dieci anni è stato incredibile perchè gli ha permesso di andare a New York a lavorare durante l’estate, imparare molte cose, vedere molte cose interessanti e incontrare fotografi di talento e intellettuali. L’attore ha vissuto la differenza tra New York e la tranquilla e rurale città della Louisiana dove viveva la sua famiglia: gli ha permesso di crescere molto in fretta e vedere l’Europa a sedici anni

- Questa sua esperienza l’ha portato fuori strada per un po’ ma ne è uscito subito

- Sul cliché del modello che diventa attore Ian pensa che il lato positivo sia quello che ha imparato moltissimo del mondo e ha conosciuto tanti aspetti della vita molto presto

- Di Lost racconta che Boone è stato ucciso perchè era il momento giusto per la storia e sarà eternamente grato per aver avuto l’occasione di lavorare al serial che l’ha aiutato per la sua carriera. L’essere tornato sul set per qualche scena della stagione finale è stata un’esperienza magnifica

- Essere famoso è divertente e lusinghiero. Per aver fatto delle foto al Mac Store ha avuto in regalo un bellissimo computer: “se Mac ti regala qualcosa, sai che ce l’hai fatta. Non hanno bisogno di regalare nulla” ha affermato

- Tra le sue spese più folli ci sono degli ottimi vini: uno dei suoi migliori amici è uno dei migliori sommelier al mondo e aver vissuto in Italia e Francia quando era molto giovane lo ha immerso nella cultura del vino. Ha imparato e sa come spendere i suoi soldi. In futuro spera di creare un vigneto biologico e avere una propria etichetta

- Se fosse un canguro avrebbe nella sua tasca una pistola per tenere lontani i cacciatori di canguri.

Le categorie della guida