Questo sito contribuisce alla audience di

Nina Dobrev intervistata da Fearnet

L'attrice parla del suo personaggio e di quello che vorrebbe vedere nella seconda stagione

Nina Dobrev Nina Dobrev è stata intervistata dal sito Fearnet e ha parlato di come ha ottenuto il ruolo di Elena, il suo rapporto con i colleghi del cast di The vampire diaries e altro ancora.

- Sul rapporto con i suoi colleghiSiamo tutti molto, molto vicini e siamo diventati come una famiglia e passiamo molto tempo libero insieme e lavoriamo insieme. Questo è il modo in cui si sviluppano grandi amicizie, arrivi a conoscere tutte queste persone. Fortunatamente sono circondata da un gruppo incredibile di persone che non sono solamente di talento, professionali e di successo ma anche in qualche modo persone con i piedi per terra

- Nina ha raccontato che dopo l’esperienza di Degrassi in Canada ha deciso di provare a fare qualche audizione per i pilot e quella di The vampire diaries è stata una delle prime, poi è tornata in Canada per girare il film Chloe per cui ha dovuto registrare un video per i provini. L’attrice ha poi provato con alcuni interpreti maschili e di fronte ai responsabili dello studio, della rete dei registi e dei produttori “E’ stato un lungo processo e abbiamo fatto gli screen test. Ed è stato molto snervante. Puoi immaginare - ci sono persone in una stanza che ti osservano e analizzano in ogni momento. Ma a distanza di un anno ne è valsa veramente la pena

- Sull’importanza della città “la cittadina è un personaggio a parte ed è molto importante per lo svolgimento della storia perchè per quanto riguarda i vampiri tutti ritornano in questa città. Il fatto che tutti hanno vissuto lì, e la storia della città e tutto quello che è successo alla città e alle esperienze delle persone. Ci sono anche streghe e altre cose

- Sul percorso di Elena la sua interprete spiega che ha scoperto che i suoi genitori sono morti ma ha una madre biologica che non l’ha voluta incontrare e ha un senso di abbandono ma è di carattere forte e sta anche cercando di gestire la dimensione sovrannaturale che si è venuta a creare

- Sul rapporto tra Elena e Damon, Nina spiega che Damon ha un fattore di redenzione ma ogni volta il vampiro cerca di sabotarlo perchè in un certo senso è molto autodistruttivo. “E poi scopri cose come il fatto che ha trasformato sua madre in un vampiro, che in un certo senso l’ha uccisa. E’ pazzesco. Ma il fatto è che Elena è quel tipo di persona che cerca di trovare del bene in tutti. Per quanto lo odi e non lo possa sopportare trova anche tutte queste cose buone in lui ed è quello che la attrae e che le fa sviluppare un’amicizia con lui“. L’attrice continua spiegando che l’amicizia si sviluppa e la ragazza capisce che tutto quello che ha fatto Damon è stato per amore di Katherine e poi aggiunge “Sì, c’è una certa tensione. Non so se sia sessuale o cosa. Ma dovremo vedere dove va e dove gli sceneggiatori decidono di portarla e se porta qualche problema nella relazione con Stefan

- Sull’interpretare Katherine Nina spiega che è talmente diversa da lei che è divertente e che anche i costumi aiutano molto a calarsi nel personaggio perchè fanno immediatamente comportare come una persona diversa

- Sulla relazione tra il serial e i libri da cui sono stati tratti spiega che ognuno si avvicina ai romanzi in modo diverso e che, per quanto cerchino di accontentare e rendere felici i fans dei libri, gli sceneggiatori hanno fatto un percorso diverso con diversi dettagli, come ad esempio la personalità di ElenaVolevamo che fosse diversa, che ci fosse una distinzione tra le personalità di Katherine e Elena

- Su quello che vorrebbe ci fosse nella seconda stagione “Voglio decisamente vedere come la relazione tra i due ragazzi procede e se a un certo punto sarà abbastanza e se deciderà che stare vicino a questi due individui vale veramente tutto il dolore, la sofferenza e le difficoltà che hanno portato nella sua vita. Ha avuto dei problemi prima che apparissero ma la loro presenza ha decisamente complicato le cose. Così vorrei vedere se chiuderà o meno o se continuerà a lottare per quello che ama

- Sull’interpretare la fidanzata di un vampiroPenso che la voglio interpretare in modo realistico come reagirei io in una di queste situazioni e deve avere una granfe forza e alto senso della moralità. E non deve essere quel tipo di ragazza che accetta tutto da un fidanzato invadente. Deve rimanere con i piedi per terra. Deve essere forte“.

Le categorie della guida