Questo sito contribuisce alla audience di

Briatore: non faccio affari con Ricucci ma tifo per lui

«E’ normale che i gruppi internazionali siano interessati a giornali italiani. Agag? Lavoriamo bene insieme»

Stefano Ricucci, vestito di bianco, cammina su e giù sul ponte della sua barca. Anche quest’anno ha per vicino di onde e di tramonti Flavio Briatore, che sul suo panfilo la vede così: «Ogni agosto, in Sardegna, c’è un gossip, un tormentone. L’anno scorso erano le Veline, quest’anno va di moda la finanza, però trattata a livello di Veline. Con Ricucci non faccio affari, ma ho letto le intercettazioni su di lui: vivo a Londra da dodici anni e mai ho visto roba del genere. L’Italia è tutta un Grande Fratello. Già quello che era successo con gli sms di Simona (Ventura; ndr) m’era sembrato allucinante. Non diamo un grande esempio, in Europa».

L’Europa, poco interessata alle vicende coniugali Ventura- Bettarini, sembra invece preoccupata per quanto sta accadendo in Bankitalia.
«Anche questo, in fondo, è un Grande Fratello. I personaggi non li conosco, il Governatore, la moglie… Non ho un’opinione, anche se in linea di massima quest’Italia di mamme e padri preoccupati di aiutare i parenti mi sembra molto vecchia…».

Le categorie della guida