Questo sito contribuisce alla audience di

Buti: i Monti Pisani, il Palio ed il Castello

Il suggestivo abitato di Buti, un pezzo di territorio immerso e dominato dai Monti Pisani, dove diversi modi di vivere la Toscana si mescolano

Il Castello di Buti
Buti è un paese di circa cinquemila abitanti situato in provincia e diocesi di Pisa. Compresa la frazione di Cascine di Buti, ha un’estensione territoriale di 2308 ettari, un’altezza di metri 85 s/m ed una densità abitativa di 225 ab per kmq. Pur facendo parte della provincia di Pisa si presenta in una posizione geografica molto particolare e decisamente diversa dall’ambiente che caratterizza la maggior parte di tale provincia. Infatti, esso si trova nel territorio dei Monti Pisani da cui è completamente circondato, ed ai piedi del Monte Serra.

L’unico sbocco verso la pianura lo possiamo individuare nel suo lato est ed è dato dalla strada comunale che, dopo circa tre km da Buti, sbocca a Cascine di Buti sulla strada statale Sarzanese Valdera. Si tratta di un tipo di paesaggio “anomalo” per la Provincia di Pisa, il cui territorio si presenta per lo più pianeggiante e collinare con grandi distese coltivate, e molto più simile a quello lucchese molto più verde e montuoso, col quale confina per tutto il suo lato Nord.

I Monti Pisani, nella cui zona Buti si estende per circa 2.120 ettari (pari al 92% del suo intero territorio), per le caratteristiche naturalistiche, per le forme di vegetazione presenti, nonché per essere artefici del clima delle zone circostanti, sono assimilabili ad un vero e proprio insieme montuoso. Nel complesso essi coprono un’area intorno ai 15.000 ettari e la loro cima più alta è proprio il Monte Serra (917 m s/m). La superficie ricade, in parti pressappoco uguali, nella provincia di Lucca e di Pisa e, pur interessando sei comuni, S. Giuliano, Capannori, Lucca, Vicopisano, Calci e Buti, solo l’ultimo estende il suo territorio quasi completamente all’interno di questa zona.

Buti è inoltre rinomata per il Palio, in cui si affrontano a cavallo le sette contrade cittadine: La Croce, Pievania, San Francesco, Ascensione, San Nicolao, San Rocco e San Michele. La prima edizione risale al 1848 ed il premio per il vincitore fu la somma di 12 Zecchini!