Questo sito contribuisce alla audience di

Il Museo Piaggio Giovanni Alberto Agnelli di Pontedera

Il Museo Piaggio "Giovanni Alberto Agnelli" è uno dei più significativi musei d'impresa italiani, creato per valorizzare il patrimonio storico, culturale e tecnico accumulato dall'azienda durante la sua storia iniziata nel 1884.

Vespa
Il Museo Piaggio, inaugurato nel marzo del 2000, espone nelle sue sale i modelli più significativi della produzione dell’azienda dalle origini ad oggi, contenitore vivo di testimonianze dell’ingegno e della laboriosità di generazioni di uomini e donne impegnate a tutti i livelli nella fatica quotidiana della fabbrica. Il museo occupa i 3000 metri quadrati della ex attrezzeria, una delle fficine più antiche e significative della Piaggio, restaurata conservandone i caratteri originali della struttura industriale. Il museo non è un qualunque raccoglitore di modelli, o un qualsiasi luogo di narrazione di storia d’impresa, sia pur avvincente: esso è uno spazio attivo per la conoscenza, per la cultura, per la conservazione della memoria della società italiana dagli ultimi decenni dell’Ottocento ai nostri giorni.

Un aereo P148 accoglie il visitatore e crea un primo percorso ideale con l’automotrice ferroviaria MC2 del 1936 che suggestivamente “sfonda” la vetrata d’ingresso. Nella grande sala centrale sono esposti due motori aeronautici”stellari”, testimoni della capacità innovativa della Piaggio nel settore aeronautico.

La parte più consistente dell’esposizione è segnata dalla Vespa, lo scooter più popolare dal 1946 ad oggi. Nel museo sono esposti i modelli che hanno scandito i momenti più significativi degli oltre cinquanta anni di produzione, accanto ai prototipi, ai veicoli modificati per le corse e ai modelli carenati da circuito. Il prototipo MP5, ribattezzato “Paperino“, apre la serie che continua con l’MP6, il primo prototipo uscito dalla matita di D’Ascanio e che presenta già tutti i tratti distintivi di Vespa.

Accanto alla Vespa 98 cc del 1946, le Vespa con vocazione sportiva, modificate per correre su circuito. Alcuni pezzi sono di particolare pregio, come la Vespa Siluro o la Vespa Montlhéry, modelli unici al mondo, scaturiti dalla genialità e fantasia dei tecnici della Piaggio per valorizzare le potenzialità di velocità del brillante motore di Vespa.

Sono presenti altri modelli particolarissimi, come la Vespa per le truppe aereo-paracadutate o la fantasiosa Vespa Alpha, il veicolo di Dick Smart, lo 007 di un omonimo film del 1967, che nella finzione scenica diveniva elicottero e addirittura si immergeva come sommergibile. Particolarissima e preziosa è la Vespa decorata da Salvator Dalì nel 1962, affascinante e bizzarro incontro tra arte e design.

Accanto a Vespa e al ciclomotore Ciao, Ape documenta la presenza dell’azienda di Pontedera nel segmento dei mezzi commerciali da trasporto. La filosofia di Vespa, vale a dire di un mezzo facile da guidare, utilizzabile da tutti, a basso consumo, è la stessa filosofia del motofurgone Ape.

Completa la collezione la Gilera Collection. Le celebri motociclette del marchio dei due anelli entrano nell’universo Piaggio nel 1969. L’azienda di Pontedera acquista la Gilera e la riporta ai fasti della celebrità nelle corse, proseguendo una mitica avventura iniziata ad Arcore nel 1909. Tra i veicoli che hanno segnato un’epoca è esposta la Saturno degli anni Cinquanta, celebre moto dalle prestazioni sportive, mentre tra le moto da corsa spicca la mitica Quattro Cilindri 500 protagonista assoluta del mondiale tra il 1950 e il 1952 con Masetti, Duke e Liberati.

Ma il Museo Piaggio non è solo esposizione di veicoli. All’interno della struttura è presente una sala polifunzionale per seminari e convegni e uno spazio video funzionale all’attività didattica. Una sala del Museo è dedicata alle mostre temporanee, su argomenti di arte, storia, design, comunicazione.

L’Archivio Storico Piaggio, dedicato ad Antonella Bechi Piaggio, rappresenta una delle raccolte documentarie tra le più ricche al mondo per la storia d’impresa in tutti i suoi aspetti. L’Archivio è aperto alla consultazione per studenti e studiosi che intendano scoprire e approfondire aspetti della lunga storia di Piaggio e con essa della società italiana.