Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • eroina e morfina , metadone buprenorfina

    Il metadone è un analgesico oppiaceo i cui effetti sull'organismo umano sono molto simili (se non identici) a quelli di morfina ed eroina. A differenza di queste ultime, comunque, il metadone viene prodotto integralmente in laboratorio e non ricavato da prodotti vegetali. Il metadone fu sintetizzato nei laboratatori della Germania nazista, allorquando la difficoltà nell'acquisto di oppio (a causa dell'embargo bellico) rendeva necessarie altre modalità di approvvigionamento di analgesici per far fronte alle esigenze della guerra e dei suoi traumi.

  • TUTTE LEGALI O TUTTE PROIBITE

    Con rarissime eccezioni, la comunita' internazionale ha optato per l'approccio proibizionista sulle droghe. L'Onu, gli Stati Uniti, l'Unione Europea, tra cui l'Italia, hanno scelto di combattere il fenomeno del narcotraffico e del consumo di droghe con la repressione. E' proibita la vendita, l'acquisto, la cessione, il consumo, il trasporto, la produzione di sostanze quali l'eroina, la cocaina, le metanfetamine, la cannabis, e altre. Il divieto, e le sanzioni da esso derivanti, hanno come pilastri alcune motivazioni che possiamo classificare in tre categorie: 1. drogarsi fa male alla salute; 2. drogarsi riduce la produttivita' e arreca un grave danno economico al sistema Paese; 3. il traffico di droga arricchisce le organizzazioni criminali.

  • Legalizzare la cannabis per disincentivare consumo di colle..

    Ormai non passa giorno senza che venga lanciato l'allarme su qualche nuova droga. Ieri e' stato il caso di colle e lacche, a cui immediatamente si risponde ipotizzando nuove politiche proibizioniste e campagne pubblicitarie shock. Qualche mese fa era toccato alla salvia divinorum. Ma sono moltissime le sostanze legalmente in commercio che potrebbero avere proprieta' stupefacenti: benzina, vernici, gomma, plastiche, farmaci contro il raffreddore, e cosi' via. E' chiaro che la politica proibizionista non puo' funzionare, a meno che non si voglia proibire tutto cio' che potenzialmente da' il senso di alticcio.

  • An chiede test antidroga per consiglieri e assessori

    Test antidroga per assessori e consiglieri del XX Municipio capitolino. A proporlo e' il capogruppo di An Ludovico Todini, che ha presentato una risoluzione al Consiglio municipale. "Dopo l'iniziativa de 'Le Iene' -prosegue Todini- giudicata scomposta in quanto intrapresa ad insaputa dei deputati, giace in Parlamento una proposta di legge firmata da circa 100 deputati di tutti gli schieramenti. Visto che l'iter parlamentare non ha tempi brevi, abbiamo pensato di volerci attivare in questa direzione perche' per il Municipio puo' essere tutto piu' semplice ".

  • Svizzera. Test antidroga obbligatori per controllori treni

    Le Ferrovie svizzere optano per la tolleranza zero nei confronti degli stupefacenti, compreso lo spinello fumato nel tempo libero. Dallo scorso dicembre i controllori con meno di 40 anni in servizio sui treni devono sottoporsi a test anti-droga simili a quelli riservati in precedenza ai soli macchinisti, ha rivelato ieri la trasmissione "10 vor 10" della televisione svizzero tedesca SF. Secondo l'azienda i controlli, che mirano in particolare a reprimere il consumo di cannabis in uso fra i giovani, sono nell'interesse della sicurezza dei viaggiatori, ma un professore di diritto del lavoro dell'universta' di San Gallo sostiene che le Ferrrovie elvetiche non possono imporre ai loro dipendenti come comportarsi nel tempo libero. In campo e' sceso anche il Garante della Privacy, che nella Confederazione viene ribattezzato 'Mister Dati'.

  • SOSTANZE DOPANTI , SOSTANZE e CRAVING

    SOSTANZE D'ABUSO (informazioni scientifiche) Alcol Allucinogeni Amfetamine Cannabis Cocaina Ecstasy Eroina Ketamina Steroidi SOSTANZE DOPANTI Gli Anabolizzanti Gli ormoni peptidici, glicoproteici ed altri Il doping ematico ed altri metodi simili I diuretici I betabloccanti I narcotici I corticosteroidi L'alcool La marijuana Gli integratori alimentari

  • Babbo Natale è un tossico

    Non c’è niente da dire né da spiegare: Natale mi fa schifo punto e basta. Sì, odio il Natale, e allora? E poi non è che odio solo il Natale, odio il Natale e tutto quanto ruota intorno a esso. Le palline colorate. Luccicanti. Scintillanti. I festoni che penzolano dalle finestre. Le vetrine con la neve finta. I pacchi regalo con la carta riciclata. Odio le strade di Natale. Odio le compere di Natale. Odio perfino l’odore del Natale.

  • Droga: i nuovi limiti nel possesso personale

    9 maggio 2006: Da oggi entrano in vigore le tabelle che definiscono i nuovi limiti per il possesso di stupefacenti per uso personale, oltre le quali si incorre nel reato di spaccio.

  • Cannabis. Benissimo ministro Turco segue

    Cannabis. Benissimo ministro Turco. Ai detrattori: morti per tabacco ogni anno 80mila, per cannabis 0. Non possiamo non apprezzare il provvedimento del ministro della Salute Livia Turco con cui e' stata raddoppiata la dose massima consentita di cannabis per uso personale. Come gia' molti altri hanno osservato, il provvedimento potra' evitare il rischio del carcere a molti giovani e parlamentari che ne fanno uso personale.

  • Terapia del dolore

    Via libera a 2 farmaci a base di cannabis e meno burocrazia per la prescrizione degli oppioidi contro il dolore. Sono alcune novita' del Ddl per la 'semplificazione degli adempimenti amministrativi connessi alla tutela della salute', approvato oggi in via preliminare dal Consiglio dei ministri. Il provvedimento, oltre ad abolire circa 5 milioni di certificati, favorisce il ricorso alle terapie contro il dolore, a cui ancora oggi e' difficile accedere in Italia. Queste, nel dettaglio, le nuove norme sulla terapia del dolore contenute nel Ddl, illustrato dal ministro della Salute Livia Turco al termine del Cdm. Vengono inseriti nella tabella specifica degli stupefacenti a uso terapeutico due farmaci a base di sostanze cannabinoidi. Farmaci gia' in uso in Canada, Usa, Gran Bretagna, Svizzera, Olanda, Belgio e Germania. Viene semplificata la prescrizione dei farmaci oppiacei, consentendo al medico di utilizzare il ricettario normale anziche' quello speciale, eliminando cosi' le difficolta' burocratiche che spesso rendono difficili tali prescrizioni. E' consentita la prescrizione degli oppiacei anche al di fuori delle patologie oncologiche e quindi per quelle malattie croniche o invalidanti per cui un'adeguata terapia del dolore e' essenziale a garantire una migliore qualita' della vita ai pazienti. Si semplifica l'aggiornamento periodico dell'elenco dei farmaci oppiacei, che avverra' con un decreto ministeriale, sentito il Consiglio superiore di sanita', senza dover ricorrere a modifiche legislative come e' invece previsto oggi. Infine, si rende piu' agile la gestione dei registri per il controllo del movimento degli stupefacenti a uso terapeutico, facilitando il lavoro dei medici e dei farmacisti. Il via libera sulla cannabis terapeutica ''rappresenta finalmente un criterio alternativo all'ideologia proibizionista su tutto, anche sul buonsenso terapeutico''. A sostenerlo, in una nota, sono Marco Cappato e Rocco Berardo, rispettivamente segretario e vice segretario dell'Associazione Luca Coscioni. ''Questo Ddl sulle terapie contro il dolore - spiegano - vuole mettere in campo finalmente un'importante affermazione e riconoscimento alla liberta' di cura''. L'augurio ora, proseguono i due segretari, ''e' che il ministro avvii anche una radicale revisione delle politiche relative alla somministrazione e all'importazione della morfina in Italia''. Specialmente ora che, concludono, ''il Governo ha recepito l'ordine del giorno del deputato della Rosa nel pugno, Sergio D'Elia, che prevede uno sforzo italiano per convertire l'oppio afgano in produzione di medicine per la terapia contro il dolore''