Vendita allo scoperto.

Come fare per guadagnare anche in fasi di discesa del mercato o in fasi cosiddette laterali cioè senza un trend definito ?

Da qualche anno è possibile anche per investitori privati vendere allo scoperto un titolo. Vediamo cosa significa:

Se io penso che il titolo XY attrverserà una fase di difficoltà economiche a causa di una fusione, vorrei trarre profitto da questa previsione. Attraverso la vendita allo scoperto in pratica vendo 100 azioni di XY anche senza possederle !

La mia banca o il mio broker effettuano quindi un prestito di tali azioni sul mio conto chiedendomi di possedere un margine di garanzia per l’operazione (per esempio il 50% del controvalore scambiato) e di pagare l’interesse annuale stabilito(può variare anche in base al singolo titolo).

Quindi io vendo le azioni XY senza prima averle acquistate. Si può dire che ho una posizione di -100 azioni XY. Se riesco a ricomprarle ad un prezzo inferiore realizzo quindi un guadagno altrimenti una perdita.

Di fatto ho una logica invertita rispetto ad un normale acquisto e rivendita e quindi posso utilizzare acquisto e vendita allo scoperto in fasi diverse del mercato.

Teoricamente il rischio della vendita allo scoperto è più alto perchè non c’è un limite superiore al valore del titolo mentre c’è il limite inferiore che è zero. In pratica però per periodi di tempo limitati la vendita allo scoperto è, a mio parere, addirittura meno rischiosa dell’acquisto in quanto un titolo azionario ha più probabilità di crollare per un crack che di salire a velocità vertiginosa.

Questo articolo è puramente didattico e non costituisce sollecitazione al pubblico risparmio.

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti