Questo sito contribuisce alla audience di

Richiamo di Terminologia Endocrinologica

E' opportuno ricordare in significato di alcuni termini endocrinologici di uso comune in tricologia

RICHIAMO DI TERMINOLOGIA ENDOCRINOLOGICA

E’ opportuno ricordare in significato di alcuni termini endocrinologici
di uso comune in tricologia:

autocrino: (aggettivo) dicesi di una proteina ad azione ormonale
che prodotta da una cellula agisce sulla cellula stessa che l’ha
prodotta, si tratta cioè di un ormone endocellulare,

paracrino: (aggettivo) dicesi di una proteina ad azione ormonale
prodotta da una cellula e che agisce su cellule contigue o vicine
a quella che l’ha prodotta, gli esempi più conosciti sono
la famiglia delle Interleuchine e l’Epidermal Grow Factor,

fattore di crescita: (sostantivo) dicesi di una proteina ad azione
ormonale capace di modulare in senso di crescita o inibizione
la vita della cellula stessa che l’ha prodotta (azione autocrina),
di cellule vicine o contigue (azione paracrina) o di cellule lontane
(azione ormonale in senso classico. Gli esempi più noti
sono l’Insulina e la somatomedina),

calone: (sostantivo) è un fattore di crescita ad azione
inibitoria. Gli esempi più noti sono l’interferone (o gli
interferoni) il Trasforming Grow Factor beta, il Fattore di Necrosi
Tumorale,

ormone: (sostantivo) in senso classico è una proteina (o
comunque una sostanza organica) che, prodotta da cellule specifiche
ed a ciò deputate, viene riversata nel torrente circolatorio
per agire su “cellule bersaglio” anche molto lontane
nell’organismo.

E’ importante inoltre capire e sapere che, in sedi ed in circostanze
specifiche e a seconda della cellula bersaglio, anche tutti ormoni
in senso classico come gli steroidi, il TSH-RH, l’insulina etc,
possono avere attività autocrina o paracrina o agire antiteticamente
come fattori di crescita in senso di stimolo o inibizione.

Ricordi di Biochimica degli steroidi

Gli ormoni prodotti dall’ipofisi sono di natura proteica. Di contro
gli ormoni di origine ovarica e surrenalica sono di natura steroidea
come la quasi totalità dei composti ormonali utilizzati
in terapia tricologica.

Il nucleo steroideo di base è il ciclopentano-peridro-fenantrene,
costituito da 17 atomi di carbonio che occupano posizioni numerate
da 1 a 17.

Per addizione di radicali su questo composto tetraciclico si
formano tre nuclei steroidei principali, costituenti di base dei
tre gruppi steroidei sintetizzati dall’organismo.

ESTRANO, a 18 atomi di carbonio (addizione di due radicali
metilici in posizione 13, che rappresentano il carbonio 18), base
dei componenti ad azione estrogenica.

ANDROSTANO, a 19 atomi di carbonio (addizione di due radicali
metilici in posizione 10 e 13, che rappresentano rispettivamente
i due atomi di carbonio 19 e 18), base dei componenti ad azione
androgenica.

PREGNANO, a 21 atomi di carbonio (addizione di due radicali
metilici in posizione 18 e 19, che rappresentano rispettivamente
i due atomi di carbonio 13 e 10, e di un radicale a due atomi
di carbonio in posizione 17, che rappresentano gli atomi di carbonio
20 e 21), base del progesterone e dei corticosteroidi surrenalici.