Questo sito contribuisce alla audience di

I recettori e l'azione degli androgeni

Il recettore degli androgeni è una proteina citosolica presente principalmente nelle cellule della papilla dermica e nei cheratinociti del follicolo e del dotto pilo-sebaceo...

Il recettore degli androgeni è una proteina citosolica presente principalmente nelle cellule della papilla dermica e nei cheratinociti del follicolo e del dotto pilo-sebaceo. Il modello più probabile prevede la diffusione degli androgeni attraverso la membrana plasmatica e, quindi, la formazione di un complesso androgeno-recettore nel citosol. Esiste un solo recettore per tutti gli androgeni che lega i vari ormoni steroidi in un ordine gerarchico di affinità: DHT > testosterone > estrogeno > progesterone. Una volta formatosi il complesso androgeno-recettore, questo è in grado di diffondere nel nucleo, dove subisce dei cambiamenti nella propria conformazione, esponendo dei siti sterici che interagiscono con la cromatina nucleare e provocando, nel contempo, un cambiamento nella trascrizione del DNA e nella sintesi proteica. Non tutti gli steroidi legati al recettore provocano, però, lo stesso grado di risposta a livello nucleare; il complesso diidrotestosterone-recettore, infatti, ha una affinità per la cromatina maggiore del complesso testosterone-recettore. I recettori citosolici degli androgeni possono esistere in due aggregazioni diverse: monomera o tetramera. L’affinità del monomero verso gli androgeni è maggiore, e tale è anche la diffusione del complesso androgeno-monomero rispetto al complesso androgeno-tetramero attraverso la membrana nucleare; si è anche osservato che il rapporto monomero/tetramero è più alto nei follicoli del cuoio capelluto dei soggetti calvi (Sawaya,1988).