Questo sito contribuisce alla audience di

Pennelli per tutti i gusti

Il make up è un'arte ma, oltre alla creatività, è importante saper utilizzare gli strumenti del mestiere e, in particolare, i pennelli. Ne esiste uno per ogni parte del viso e per ogni sfumatura e texture. Scelti in setole naturali come martora, zibellino, capra o visone, e di buona qualità, i pennelli consentono di ottenere risultati quasi professionali senza sprechi. I più economici sono quelli sintetici: costano poco e si possono cambiare spesso, appena si nota che si induriscono. Ecco i fondamentali.

Vediamo quali sono i pennelli per il make up Per il fondotinta il pennello è a lingua di gatto, grande. Si usa con pennellate ampie dal basso verso l’alto partendo dal centro del viso.

Per la cipria e la terra il pennello è tondo: si usa con leggeri movimenti circolari partendo dalla zona T e andando verso l’esterno. Meglio battere il pennello sul dorso della mano o soffiarci sopra prima di applicarlo sul viso, così da togliere l’eccesso di prodotto.

Per il blush è il pennello è uguale a quello per la cipria ma un po’ più piccolo. Per evitare eccessi di prodotto bisogna partire dall’esterno a pennellare e con movimenti leggeri circolari andando vero le gote. Per ottenere solo un tocco di luce, sorridere e dare una pennellata, sempre leggera, sugli sigomi.

Per gli occhi i pennelli base sono tre: con una piccola lingua di gatto si sfuma la matita dall’attaccatura delle ciglia. Con una lingua di gatto media si applica l’ombretto scuro, sfumandolo fino all’incavo. Con un pennello a ciuffo molto morbido si applica l’ombretto chiaro e si sfuma il tutto verso le tempie.

Grande a lingua di gatto si usa per i prodotti in crema, da usare con poco prodotto, permette di stendere al meglio fondotinta o correttore. Medio e obliquo si usa per sfumare la matita sopra la palpebra per ottenere una correzione naturale. A ventaglio è il pennello che si usa alla fine per togliere gli eccessi di polvere dal viso.

Per le labbra il pennello, invece, è sottile e un po’ appuntito.

Meglio tenere i pennelli in una scatola o in una trousse chiusa in modo che stiano il meno possibile a contatto con l’aria, che favorisce la proliferazione di germi e batteri. In ogni caso vanno puliti in media ogni 10-15 giorni. Per lavarli usate acqua tiepida e un detergente neutro per il viso e magari un balsamo dopo il lavaggio. Fateli asciugare all’aria o bene con il phon.
Bombato: raggiunge tutti gli angoli del viso. Per fondotinta liquidi e correttori.

Bombato: raggiunge tutti gli angoli del viso. Per fondotinta liquidi e correttori.Obliquo: preciso su zigomi e decolleté. Per fard e illuminanti.Maxi: stende in modo uniforme tutte le ciprie, compatte e no.

Ultimi interventi

Vedi tutti