Questo sito contribuisce alla audience di

Fai durare a lungo l'abbronzatura

Conquistata a fatica, la tintarella si mantiene più facilmente con creme, gel e fluidi, che alla decisa azione idratante e rigenerante, combinano un effetto stimolante sulla melanina, evitando il rischio di sbiadirsi fino a scomparire. La pelle si rinnova con un ciclo regolare di 28 giorni. Proprio per questo è naturale che l'abbronzatura perda l'intensità e la luminosità, una volta rientrati dalle vacanze.

Totale Diciamo che le azioni basilari per mantenere l’abbronzatura sono due: idratare e stimolare. L’esposizione al sole tende a impoverire l’epidermide delle sue riserve idriche e questo provoca un progressivo inaridimento, che diventa sempre più significativo quanto più aumenta il tempo di irradiazione.

Idratante al vino Idratare. Una pelle secca, a poco a poco, si squama accelerando la perdita dell’abbronzatura, oltre a favorire la comparsa di chiazze. Se, invece, si apporta idratazione e nutrimento attraverso l’applicazione regolare di formule rigeneranti impedisce alla cute di perdere la sua compattezza, evita le spellature e assicura durata al colore. L’applicazione alla sera di un doposole è un momento di benessere e un’ottima cura di bellezza per la pelle. Agenti vegetali con proprietà calmanti, come gli estratti di camomilla, liquirizia e hamamelis aiutano a risolvere lievi arrossamenti, pruriti e bruciori. Grazie all’Olio Essenziale di Cisto Bio, rigenerante e lenitivo, il Balsamo Miele Nutritivo Sanoflore, per esempio, ammorbidisce e dona sollievo immediato alla pelle secca, anche sensibile. La presenza di sostanze “effetto ghiaccio”, come gli estratti di menta, contribuisce a regalare freschezza e comfort alla pelle. I doposole, inoltre, contengono ceramidi, acido ialuronico, elastina e collagene che restituiscono alla cute elasticità e compattezza, mentre le vitamine, in particolare quelle antiossidanti, come la E e la C, contrastano l’azione dei radicali liberi con un’efficace azione antietà. Magari con gli estratti del vino, come nella linea di Caudalìe.

Il secondo segreto sono i prolungatori. Infatti, i normali doposole idratano e nutrono la pelle evitando che si squami, ma si può scegliere un prodotto messo a punto in maniera specifica per intensificare il colorito. Si tratta di formule che fanno parte delle linee solari e che vanno applicate ogni giorno dopo la doccia per sfruttare appieno i loro benefici, già durante la vacanza. Questi prodotti contengono sostanze dal forte potere emolliente e nutritivo: olii vegetali di cocco, jojoba e mandorle, il burro di karité, la glicerina e il pantenolo. Estratti vegetali, come quello di fico d’India e di maracuja, e agenti antiossidanti, come la vitamina E, riparano i danni che l’esposizione solare provoca alle cellule epiteliali. Infine, sostanze di derivazione naturale di natura proteica, come gli aminoacidi, in particolare la tirosina, attivano i melanociti, le cellule deputate alla produzione di melanina. Gli estratti ricavati dalle foglie e dal mallo di noce, invece, vengono usati perché contengono sostanza coloranti.

Tutti questi prodotti possono avere formulazioni diverse, per rispondere al meglio alle nostre esigenze: in gel – molto fresche, fluide – poco unte o, addirittura, in spray, in crema – adatte alle pelli più secche - o in maschera da lasciare agire per qualche minuto.

Idratante facile Ricordatevi che: la ceretta, a caldo o a freddo, toglie l’abbronzatura perché solleva la parte più superficiale dell’epidermide e quindi la tintarella; se usate l’autoabbronzante, ne basta poco, perché se ne usate tanto rischiate di avere un’abbronzatura a chiazze; potete fare tranquillamente il bagno, in acqua non superiore ai 35°, perché l’abbronzatura non sparisca. Non bisogna poi utilizzare detergenti aggressivi, che alterino il film idrolipidico della pelle. Formule lavanti con detergenti delicati che fanno una schiuma soffice, aiutano a mantenere morbida e compatta la pelle, come i nuovi Dove Visible Rigenerante o Vellutante. Infine, è vero che il viso sbiadisce prima, per colpa del sudore, delle creme e dei trattamenti che si fanno. Per ovviare a questo è bene usare un doposole che non contenga idrossiacidi, che sono esfolianti.

Vi segnalo anche quest’altro intervento. Qui trovate qualche indicazione su prodotti ad hoc.

Ultimi interventi

Vedi tutti