Questo sito contribuisce alla audience di

Biondo estremo

Il platino diventa un non-colore che conquista teste famose e passerelle. I consigli per chi non ha paura di osare.

Se volete osare La chiamano “blod-orexia” ed è l’ultima mania in tema di capelli, che suggerisce di sfoggiare una tinta platino, così chiara da sembrare bianca. C’è chi può sfoggiare un bianco naturale, mentre altre si rivolgono al parrucchiere, avendo poi cura di dedicare attenzioni puntuali ai capelli decolorati e tinti, perché si mantengano forti e vitali.

Fate attenzione che per non sembrare vecchie dovrete curare molto il taglio: il look deve esser e frizzante, non necessariamente corto, ma studiato e costruito su misura per il vostro viso. Inoltre, l’abbigliamento deve essere elegante e moderno, molto curato. Identico il discorso per il make up: la pelle va uniformata con il fondotinta, gli occhi truccati e le labbra valorizzate con il rossetto.

Passare dalla tinta al bianco non è semplicissimo. Se si decide di farlo in modo naturale, meglio optare per un taglio molto corto, in modo che lo stacco tra la ricrescita e la parte ancora colorata sia il meno possibile. Una soluzione meno impegnativa è quella di farsi fare dal parrucchiere molte mèches, creando una testa simil-brizzolata. Se l’obiettivo, invece, è quello di ottenere subito una chioma platino non resta che la decolorazione dal parrucchiere, il quale poi procederà, sempre nella stessa seduta, a ritingere i capelli di un biondo chiarissimo.

Se i capelli sono bianchi naturali, potete scegliere prodotti specifici, anti ingiallimento. Se sono colorati, anche qui meglio optare per prodotti che coccolano i capelli trattati. Molto utili sono anche gli spray e gli oli lucidanti, agli estratti naturali che ammorbidiscono e donano lucentezza. Un esempio? La nuova gamma Urban Care di Jean Louis David 100% Blond: shampoo, maschera riparatrice e trattamento bifase senza risciacquo.

Ultimi interventi

Vedi tutti