Questo sito contribuisce alla audience di

Alcuni misteri risolti

Sieropositivita', coscienze turbate e nuovi amori


La settima puntata: rivelazioni e nuovi amori sotto il vischio.
pubblicato da Dr. Freiss in: Tutti Pazzi per Amore

Dottor Freiss, lei che è un esperto in rivelazioni sconcertanti e dubbi di coscienza durante le feste natalizie, è possibile che in un intervallo di tempo così breve, tra Natale e Capodanno ad esempio, possano accadere così tanti avvenimenti come quelli che abbiamo visto ieri sera nella nuova puntata di Tutti Pazzi per Amore 2?

Beh, vede Signorina, durante le festività tutti noi abbiamo più tempo da dedicare a noi stessi e ai nostri rapporti con gli altri. E così può capitare che, soprattutto in ambito sentimentale, gli eventi si affastellino l’uno sull’altro fino a creare delle puntate veramente esplosive. Mi segue, Signorina?

Certo Dottor Freiss, certo. Vada avanti.

Quindi, dicevo, può di certo capitare che tra Natale e Capodanno un personaggio trovi il coraggio di rivelare finalmente alla sua ragazza il suo segreto.

Dottor Freiss, sta parlando di Raoul e di Cristina?

Ma certo Signorina, e di chi se no? Già ieri la notizia era su tutti i giornali, come segnalato anche qui sul blog da molti telespettatori. Raoul ha confidato a Cristina di essere sieropositivo. La giovane Giorgi ha avuto bisogno di un po’ di tempo per capire come affrontare questa cosa, il che è anche normale, sa Signorina? Non si può pretendere che tutti abbiano da subito gli strumenti per accettare con animo sereno una notizia di questo tipo.

Lei ovviamente li avrebbe avuti, gli strumenti, vero Dottor Freiss?

Beh, Signorina, non possiamo certo nascondere che la differenza in questi casi la fa un’appropriata conoscenza di certe problematiche. Che la sieropositività sia una condizione gestibile e che potrebbe non sfociare mai nella malattia chiamata AIDS non è una cosa che tutti sanno, soprattutto tra i giovani. Certo, un’altra parte importante nella decisione di Cristina di restare al fianco di Raoul è la presa di coscienza di un sentimento forte, grazie al quale andare avanti in due, nonostante le difficoltà. Non so se lei può capire, Signorina.

Dottor Freiss, sono sicura che quest’ultima voleva essere una frecciatina nei confronti della sottoscritta, ma guardi, oggi non raccolgo. Andiamo avanti!

Va bene, va bene. Allora, dicevo, può di certo anche capitare che tra Natale e Capodanno un uomo come Paolo cominci a trovare insopportabili i rimproveri della sua coscienza, e che cerchi di rimediare al tradimento con, diciamo pure così… del sesso selvaggio con la sua compagna nel bel mezzo del cenone.

Sesso selvaggio e inaspettato… beh, a volte ci vuole, non crede Freiss? Ma questo non so se lei lo può capire…

Ah, beh! Ma che fa, mi ricambia la frecciatina? Guardi, facciamo che questa non la raccolgo io e stiamo pari. Allora, proseguo. Può anche capitare, tra Natale e Capodanno, che un uomo come Adriano, per dimenticare una donna che non lo vuole, si faccia infatuare da un’avvolgente parrucchiera, e può anche capitare che la donna in questione, Monica, al posto di essere contenta per esserselo tolto di torno, cominci, come dire…

A rosicare?

Ecco, sì, diciamo che non esiste termine migliore.

Senta Dottor Freiss, ieri sera abbiamo anche visto nascere un amore, no? Quello di Valeria, per Paolo, intendo. Una vera e propria dichiarazione, non crede Freiss?

Beh, Signorina, vede, quando nasce un amore non è mai troppo tardi, scende come un bagliore da una stella che guardi e di stelle nel cuore ce ne sono miliardi, quando nasce un amore, un amore. Ed è come un bambino che ha bisogno di cure, devi stargli vicino…

“…devi dargli calore, preparargli il cammino, il terreno migliore, quando nasce un amore, un amore”… Freiss, ma che fa, mi cita la Oxa?

Mi scusi, signorina, è che a volte una canzone può dire più di mille parole.

Ecco, io chiuderei con questa perla di saggezza. Arrivederci e a presto dalla vostra Signorina e dal Dottor Freiss.