Questo sito contribuisce alla audience di

Tutti pazzi per amore - Seconda puntata

Riassunto della seconda puntata di Tutti pazzi per amore


Puntata del 28 marzo 2010
Bye Bye Baby
La puntata inizia con un Neri Marcore’ accolto in paradiso da una schiera di angeli, non proprio asessuati considerando le forme procaci che mostrano, sulle note di “Cheek to Cheek”.

La cosa non sembra saggia dato che presumibilmente non troppo lontani ci sono Ginger Rogers e Fred Astaire, che invece di rivoltarsi nella tomba stanno probabilmente brandendo due randelli. La scena del massacro ci viene risparmiata pero’ perche’ Monica si sveglia col sorriso sulle labbra, per poi rendersi conto che il sogno e’ realta’ e sciogliersi in un mare di lacrime. Michele se ne e’ andato per sempre. Insomma la puntata comincia in allegria.

Intanto comprensibilmente il clima e’ funereo anche a casa di Laura e Paolo dove Laura cerca di spiegare a Nina i fatti della vita. La bambina e’ piu’ sveglia degli adulti e si chiede perche’ siano tutti tristi se il Paradiso e’ un posto cosi’ bello come dicono. Come non darle ragione.

Paolo si e’ preso l’onere di organizzare tutto per il funerale e mentre si chiede se Michele avesse avuto preferenze riguardo il proprio funerale suona il telefono. Stefania ha le doglie, davvero stavolta.

Le urla sono tutto quello che si e’ sentito dire delle donne partorienti, cioe’ che fanno un baffo a Linda Blair, stavolta anche il futuro padre non scherza. Il parto avviene al telefono in tempo reale e le due gemelle nascono tra il tripudio generale.

I compagni e la Prof. Mancuso accolgono i ragazzi al loro ingresso nel cortile del Liceo esattamente come nessuno vuole mai che accada quando si e’ avuto un lutto. Tra condoglianze, baci e abbracci, i ragazzi, che dichiarano di voler passare la giornata come se nulla fosse successo, scoprono che a volte i desideri si avverano e la Prof. Mancuso ha in serbo per i propri alunni una sorta di prova generale degli esami di maturita’. Cristina, non per la prima volta, si augura di imparare ad accendere il cervello prima di parlare.

Monica cerca di gestire il dolore per la perdita di Michele, ma e’ quasi impossibile per le telefonate di cordoglio che si moltiplicano tanto da farle decidere di staccare la spina del telefono.

Mentre Paolo le chiede se abbia idea di cosa Michele potesse preferire, se avesse scritto le sue volonta’ o se avesse fiori preferiti Monica reagisce come se le avessero detto che e’ simpatica come un’unghia incarnita. Forse non le va giu’ che al contrario di lei Adriano sappia rispondere. Adriano si chiede come aiutarla. Un podologo non gli sovviene.

In ufficio le ragazze organizzano una serata tutte insieme con Monica per dimostrarle il loro affetto. Ognuna a suo modo contribuisce alla serata: Maya ha deciso di fornire alcohol e psicofarmaci e non ciambellone e lasagna come le colleghe. Conoscendo il tipo ci e’ andata anche bene.

All’ospedale la finta-arcigna madre di Laura e Stefania fa il suo show da dura che non convince assolutamente nessuno e consiglia a Laura di andare a trovare Monica, perche’ malgado quanto si affermi, in certi momenti non si vuol stare da soli.

Mentre Laura e Monica si consolano a vicenda, poi raggiunte dalle altre ragazze e successivamente Ermanno. Adriano e Paolo trovano il diario di Michele, il cui contenuto, almeno per quanto riguarda le sue volonta’ per un eventuale funerale, viene poi letto di fronte a tutti.

Monica si ribella poiche’ il diario era stato scritto quando Michele aveva soltanto 18 anni e le sue ultime volonta’ erano alquanto strane. Monica se ne esce con uno sproloquio che non ha nulla a che fare con l’argomento trattato e tutti se ne vanno a parte Laura.

Ermanno accompagna a casa Lea, la scena tra i due sembra uscita da un documentario sulle psicosi, le cose non vanno meglio poco dopo, quando, arrivati a casa di lei, i due si scatenano in un amplesso degno di Alien III. Sara’ il classico comic relief che in una puntata cosi’ deprimente si pensa che, data la surrealita’ dei lamenti e grugniti che i due emettono, possa almeno far sorridere. Piu’ che altro la scena e’ raccapricciante.

Ahime’ al peggio non c’e’ fine: al funerale, Monica, dopo aver letto e riletto il diario di Michele, si presenta vestita come la controfigura racchia di Marilyn per cantare “Bye bye baby”. Cio’ fa felice Michele ed i suoi amici, noi non tanto.

Dopo il funerale Monica annuncia a tutti la propria gravidanza, Michele e’ assolutamente estatico e festeggia a suon di champagne con le “angelesse” il che suona strano considerando che finora in Paradiso si era visto sorseggiare solo caffe’.


Cosa restera’ (di questi anni ’80)

Monica torna al lavoro e in una sessione di “a cuore aperto” che impone alle colleghe Maya confessa che il suo fidanzato e’ un uomo sposatissimo con due figli, per di piu’ adolescenti.

Paolo arriva nel suo nuovo posto di lavoro dove scopre che la segretaria lavora per pagarsi le protesi mammarie, e che dato che la merce si espone le mostra con disinvoltura e non poco orgoglio a chi ha occhi per vedere. Interessato o no. La procace segretaria gli legge una serie di messaggi sempre piu’ aggressivi di Valeria la proprietaria di un vivaio, a cui aveva dato un appuntamento che non ha rispettato a causa dell’improvvisa morte di Michele e Paolo decidere di risolvere la questione di persona e lascia l’ufficio con fare abbastanza aggressivo.

Monica annuncia alle ragazze della redazione di Tu Donna che Maya si occupera’ di un servizio sulle donne che frequentano uomini sposati e che Ermanno fara’ parte dello staff in veste di grafico. Complimenti con una sola riunione ha ridotto alla disperazione le sue due amiche e colleghe Maya e Lea.

Paolo fa una scenata a Valeria a cui rivela che cio’ che gli ha impedito di occuparsi dei permessi del suo vivaio e’ stata la morte del suo migliore amico.

Michele intanto entra nel suo ufficio paradisiaco e per prima cosa chiede di poter contattare alcuni dei suoi amici al che gli vien fatto notare che tomi di regole e regolamenti esistono anche in Paradiso.

Monica rifiuta la proposta di Laura di ospitare a casa sua Adriano dicendo che non potrebbe mai funzionare, ma viene interrotta dalla sorella di Laura e suo marito che sono spaventatissimi dal fatto che le due gemelle non fanno altro che mangiare e dormire, ma sono prontamente rassicurati da Laura.

Cristina incontra Raul alla palestra, che la delizia con un nudo integrale che farebbe arrapare qualsiasi ragazzina, ma totalmente soporifero per le piu’ grandi. Naturalmente scoperto che il ragazzo e’ il suo istruttore di kickboxing la lezione di prova ha venduto l’intero corso.

I novelli papa’ e mamma reagiscono in modo opposto alla convivenza con le neonate: Stefania al massimo potrebbe fare da mamma ad un pulcino impagliato, ma ci sono seri dubbi che riuscirebbe a sopravvivere.

Monica alla fine si convince a chiedere ad Adriano di andare a vivere temporaneamente a casa sua, principalmente per non avere piu’ visioni di come la sua vita con Michele ancora vivo sarebbe potuta essere, ma anche per farsi vicendevolmente compagnia. Sicuramente l’allegria imperera’. Il piagnucolone e l’acida perenne, un mix perfetto.

E se grazie al miracoloso tema di Cristina, che le e’ valso il suo primo (e forse ultimo) nove, Paolo riesce finalmente a piangere l’amico scomparso, Monica in sogno lo va direttamente a trovare in Paradiso.

Sulle note di Gold degli Spandau Ballet la famiglia Giorgi da’ il suo vero ultimo addio a Michele, che, come spesso accade, non e’ mai stato tanto in video da vivo.

La fine dell’episodio tra le lacrime e i mezzi sorrisi di Paolo ci induce a sperare che la fase funerea della serie sia finalmente finita. Andiamo in Pace.