Questo sito contribuisce alla audience di

Tutti pazzi per amore - Terza puntata

Riassunto della terza puntata di Tutti pazzi per amore


Terza puntata
Gloria
La puntata si apre con il risveglio alle otto del mattino di Giorgio che e’ preso dal panico pensandosi in ritardo per il censimento degli ulivi, ed e’ Laura a dovergli ricordare che ha un nuovo lavoro, che e’ l’apoteosi del “Desk Job” con tanto di collega grufolante e segretaria scollacciata.

Il libro di Laura e’ oggetto di contesa tra i figli che vorrebbero appiopparlo l’uno all’altra, interviene la madre a calmare gli animi, e credendo, da perfetta ingenua che la discordia sia dovuta all’ansia di leggerlo per primi promette di far arrivare una seconda copia. La felicita’ degli adolescenti e’ massima. Ma anche no.

Monica chiama Laura mentre questa di dirige in ufficio per dirle che il suo libro e’ stato recensito da un famoso quotidiano a tiratura nazionale e c’e’ perfino la foto della copertina in pria pagina. Naturalmente la batteria del telefonino di Laura decide di abbandonarla proprio in questo momento e spinta dalla curiosita’ Laura cerca di comprare una copia del quotidiano, ma naturalmente il ragazzo che vende i giornali per strada ha finito tutte le copie dei quotidiani e sono rimasti solo i giornali sportivi.

E’ ovvio ora piu’ che mai, che la serie e il Verismo non sono neanche imparentati alla lontana.

Trovata finalmente una copia del quotidiano la novella scrittrice festeggia sulle note di “Gloria” di Umberto Tozzi, mentre la sorella, Stefania e’ una donna che non e’ sull’orlo di una crisi nervosa, ma si e’ gia’ schiantata a terra.

Quando arriva in ufficio Paolo e’ confrontato dalla tediosa necessita’ di lavorare in ufficio invece di poter andare in trasferta. Noi tutti siamo uniti al suo cordoglio, poverino, e per di piu’ la segretaria glielo comunica distogliendo a malapena gli occhi dall’opera letteraria di Laura. Saputo da Paolo che la sua compagna e’ l’autrice del libro, la donna non puo’ non chiedersi come mai Laura abbia scelto proprio Paolo per compagno. Lavorare con persone che ti stimano e’ davvero una soddisfazione.

Il libro “Innamorate pazze” non fa impazzire le colleghe di Laura, che chiaramente sono l’ispirazione per parte del suo libro in cui Laura indentifica varie tipologie di donne.

Evidentemente le sue colleghe trovano chiari riferimenti a se stesse nelle tipologie: “bulimica del maschio”, “principessa di ghiaccio” e “moglie sottovuoto”. Non solo le colleghe appena conosciute, ma anche le colleghe che sono amiche personali sanno dare grandi soddisfazioni.

In sogno Michele e Paolo si ritrovano nell’ufficio paradisiaco dell’amico defunto, e tra una chiacchiera e l’altra Michele incita l’amico velatamente, ma neanche tanto, a cercare un’alternativa lavorativa. Il sogno viene interrotto da Valeria, la proprietaria del vivaio che sta facendo una scenata da pazza furiosa.

Monica che sa che Laura ha scritto delle cose lusinghiere nei suoi riguardi al suo arrivo in redazione l’avvisa che le altre colleghe non sono affatto felici dei ritratti che ne ha fatto nel libro. Nel frattempo Maya, stressata dal fatto di non ricevere una telefonata da Tommaso, si infuria e decide che e’ necessario dare una svolta alla loro vita e da’ a Rosa una carta di credito vuota che, forse nel mondo parallelo di cui sopra in cui i quotidiani vendono piu’ dei giornali sportivi, le servira’ per rimorchiare.

Se Lea si dichiara felice di rimanere la principesa di ghiaccio e non accetta consigli, Rosa accetta la carta mentre Maya decide di voler conoscere la moglie del suo amante.

Laura arriva in redazione quando ormai, apparentemente, non c’e’ piu’ nessuno ed ad aspettarla c’e’ solo un loro biglietto molto amaro che la rattrista molto e quindi lascia l’ufficio, dove Ermanno e Lea stavano consumando, non visti, uno dei loro amplessi segreti il che da’ lo spunto per far cantare a Pietro Tarricone “Adesso tu” di Ramazzotti.

Emanuele e Cristina sono alle prese con i propri problemi sentimentali, il non voler ammettere una attrazione “fatale” per Viola e l’aver trovato al posto di Raul un mingherlino bruttone.

La puntata finisce con una Monica in lacrime consolata da Adriano che ha trovato finalmente il giusto modo per starle vicino.

Ciao amore ciao
Laura si ribella contro l’ostruzionismo silente delle colleghe accusandole di essere egocentriche e che alla fine sono uguali a tutte le altre donne che leggono il suo libro. Le donne non sembrano entusiaste della scelta tra epitome della psicosi ed epitome della banalita’, chissa’ come mai.

Adriano e Paolo intendono rendersi utili a Monica e Laura aiutandole in tutto quel che possono, Paolo, ha preso un periodo di ferie dal lavoro per occuparsi della casa liberando quindi la donna dei lavori domestici. Michele che ascolta tutto dal Paradiso e’ fortemente contrario a questa decisione. Anche noi a vederlo pulire casa cantando Alghero, dell’indimenticata Giuni Russo.

Maya torna dall’aver visto la moglie di Tommaso, il suo amante, che fa il chirurgo plastico, sentendosi attraente quanto una puzzola con la rogna. La moglie di Tommaso e’ una donna attraente e, almeno nel ricordo di Maya, molto dura e critica sui difetti fisici dei pazienti, anche quelli che non esistono.

Paolo va da Valeria per dirle che non ha avuto la sovvenzione statale per via di un taglio nei fondi disponibili e si dispiace moltissimo della situazione della donna che probabilmente dovra’ vendere il vivaio.

Laura ha deciso di far fare la presentazione del libro a Monica anche contro il parere contrario del suo editore che aveva gia’ organizzato diversamente.

Lea ed Ermanno vengono scoperti sul fatto da Rosa, Maya e Monica ed ammettono la loro relazione, con tanto di battuta di petto alla orangutan del Borneo centrosettentrionale da parte di Ermanno. Mai Taricone e’ stato piu’ adatto a un ruolo.

Stefania e’ ormai definitivamente uscita di testa e non sopporta piu’ la vita da neo-mamma, e viene consolata da Laura e Giulio quando si rifugia dentro al bagno disperata per aver detto quello che ogni madre prima o poi ha pensato dei propri figli, cioe’ che le due gemelle sono delle iene.

L’arrivo della madre, che le dice di aver avuto i suoi stessi problemi e le intima di uscire o verra’ estratta a forza, riesce dove le amorevoli attenzioni degli altri non erano riuscite e Stefania esce dal bagno in cui si era chiusa per trovare consolazione nelle braccia del marito.

La presentazione del libro nella redazione di Tu donna va splendidamente, e le parole lusinghiere di Laura fanno felici Lea, Rosa e Maya, e nel frattempo Emanuele e Cristina scoprono che i propri oggetti del desiderio sono anche oggetti del desiderio reciproco. In breve i due di cui loro sono innamorati stanno insieme. La batosta e’ grande per i due ragazzi.

Stefania telefona a Giulio, e gli dice che non riesce a sopportare la situazione e non vuole tornare a casa. La puntata si chiude con le sue lacrime. Finale oramai tipico per la serie.

Ci aspettiamo a breve un cambio di titolo: “Tutti pazzi per i Kleenex”.