Questo sito contribuisce alla audience di

Chris Weitz parla di Robert Pattinson su TIME

Robert è tra le 100 persone più influenti del 2010 e il regista di New Moon scrive i suoi pensieri sull'interprete di Edward

Robert Pattinson Robert Pattinson è stato inserito nella top 100 delle persone più influenti nel 2010 del magazine TIME.

Per celebrare l’evento il regista Chris Weitz ha scritto una breve presentazione di Robert:

Devo stare attento a quello che scrivo qui perchè sarà su twitter nel momento in cui TIME uscirà nelle edicole. E se dico qualcosa di male nei confronti di Rob Pattinson, sono carne morta. Quella è la devozione che i film di Twilight ispirano. Non è sicuramente quello che aveva pianificato. E sebbene io sia continuamente colpito dall’aplomb con cui gestisce l’isteria, penso di tanto in tanto che darebbe tutto indietro se ne avesse l’occasione. Perchè essenzialmente, Rob, 23, è una persona riservata, una specie letteraria, un ragazzo che preferirebbe passare la notte all’angolo di un tavolo di un pub con gli amici, un po’ strano, francamente, nel significato migliore.
E allora come scrivere di qualcuno che sembra rispondere alla domanda retorica di Freud, Cosa vogliono le donne? Forse vale solo la pena segnalare che sarebbe divertente prendere una birra con lui anche se non fosse Edward Cullen. Che non abbiamo visto un decimo di quello che può fare sul grande schermo. E che anche altre cose importanti, oltre il velo di Hollywood, occupano il suo tempo: musica, conversare, idee, un senso dell’assurdo. Che, forse, spiega perchè non risponde mai alle mie e-mail. Ti amo, Rob! Chiamami!