Questo sito contribuisce alla audience di

Boy

Il primo album degli U2, del 20 ottobre 1980, pieno della rabbia e della confusione adolescenziale di quattro ragazzi che vogliono sfuggire alla periferia. Un mix di furore post-punk, inquietudine, ribellione e primi esperimenti musicali. Pubblicato dalla Island Records









Copertina di Boy


INFO TECNICHE

Stampato originariamente in formato 7″ in vinile nero, ristampato poi in cassetta e in CD. Pubblicato in Irlanda, Gran Bretagna, Germania, Francia, Portogallo, Spagna, Italia, Svezia, Nuova Zelanda / Australia. In Canada, USA e Messico è stato pubblicato con una copertina diversa, perché la casa discografica ha ritenuto l’immagine di un bambino senza vestiti troppo ambigua e temeva potesse richiamare la pedofilia o l’omosessualità.
Il bambino fotografato (che comparirà anche sulle copertine di War e The best of 1980-90) è Peter Rowan, fratello di Derek “Guggi” Rowan (uno dei migliori amici di Bomo) e, all’epoca, dirimpettaio di Bono che lo descrive come molto astuto, “un Signor So Tutto”.

TRACKLIST

I will follow
Twilight
An Cat Dubh
Into the heart
Out of control
Stories for boys
The Ocean
A day without me
Another time, another place
The Electric Co.
Shadows and tall trees

QUOTES

“Boy è stato una retrospettiva degli U2 durante due anni - la fine della nostra adolescenza…quello che cercavamo in Boy era una sorta di cinema sound, una visione totale - molto consistente e grande, come un enorme schermo in un cinema”

Bono

“In particolare in Boy posso sentire un po’ dei Banshees e dei Buzzcocks e qualche spunto dagli Skids, come anche qualche nostra idea confusamente originale. La cosa scioccante e che, ancor prima di aver motivo di farlo, eravamo convinti che saremmo diventati una band di grande successo. Fin dall’inizio, Adam non ha mai dubitato che (Boy) sarebbe stato grande”

Edge parlando al Q Magazine, Dicembre 1998