Questo sito contribuisce alla audience di

Vertigine italiana

Gli U2 stanno per sbarcare in Italia con il loro Vertigo Tour. Vediamo cosa hanno in serbo per noi.

A quattro anni di distanza da Torino 2001 gli U2 tornano a suonare
nel nostro paese. Allora fu un’unica affollatissima data a poca distanza dal G8
di Genova, quest’anno gli appuntamenti saranno tre in una Milano (20 e 21 luglio) e una Roma (23 luglio) sorvegliate più intensamente dopo
gli attentati di Londra.

Un palco piuttosto scarno ma supertecnologico, maxischermi,
effetti visivi grandiosi, una passerella luminosa per le escursioni di Bono che
racchiude un gruppo di fortunati fans (estratti a sorte nei concerti USA, i
primi che entrano nella leg europea): così si presenta il Vertigo Tour, partito
da San Diego il 28 marzo.

src="http://www.atu2.com/pix/vertigo/seattle2/mm06.jpg" width=438 border=0>

src="http://www.atu2.com/pix/vertigo/seattle2/mm12.jpg" width=437 border=0>

Accanto agli immancabili classici (The Fly, One,
Pride, With Or Without You, Where The Streets Have No Name,
Sunday Bloody Sunday…) e ad una mezza dozzina di canzoni di How To
Dismantle An Atomic Bomb
, a partire dall’onnipresente Vertigo (che
apre ogni concerto), gli U2 hanno suonato anche diversi brani messi da parte da
tempo. In testa all’operazione “amarcord” ci sono The Ocean, Stories For
Boys
, An Cat Dubh (dal primo album Boy, 1980), l’accoppiata The Cry/The
Electric Co.
,Gloria che la band non suonava dal 1990 o la bellissima
sorpresa di “40″ suonata l’ultima volta nel
1993.
Gli U2 hanno rifatto questo brano, con cui chiudevano ogni
concerto negli anni ‘80, alla vecchia maniera: i componenti della band che
lasciano il palco uno ad uno (prima Bono, poi The Edge ed Adam) e Larry resta da
solo a battere il tempo per il pubblico che intona la canzone. Purtroppo, sembra
che il finale da brivido con “40″ sia stata una prerogativa degli Stati Uniti.
In Europa, gli U2 hanno finora concluso tutte le scalette con un “Vertigo” bis.
A detta di Bono è Larry che decide sul momento se chiudere con una “folk song” o
con una “rock song”.
Sembra invece scomparsa dalle scalette Bad, la
canzone-live degli U2 per eccellenza, che ultimamente però sembrava fosse
diventata fisicamente troppo impegnativa per la tendinite cronica di Larry
Jr
.

src="http://photos14.flickr.com/14602549_c153d3df28.jpg" width=426 border=0>

src="http://freeweb.supereva.com/thejoshuatree/ad_vert.jpg" width=244
border=0> src="http://photos9.flickr.com/14875411_b305e456a8.jpg" width=278 border=0>

Link correlati