Questo sito contribuisce alla audience di

I russi non amano la pasta? Sbagliatissimo.

Italia e' la regina della pasta, riconosciuta nel tutto mondo. Ma la pasta non manca neanche' nelle cucine di Russia, Ucraina e Bielorussia. Basta nominare i PELMENI, molto simili ai tortellini italiani (uno dei piatti piu' antichi e amati in Russia e specialmente in Siberia), i VARENIKI, ottimi ravioli ucraini con ripieno dolce di ciliegie o ricotta, i VIRTINUKAI lituani (gnocchetti farciti con carne, formaggio o funghi), i MANTY - i ravioloni di Kazakistan, cotti al vapore, ripieni di tenerissima carne ed erbette

La pasta asciutta invece viene usata sopratutto come il CONTORNO per i vari tipi di
carne. Questo accostamento, molto insolito per la cucina italiana,
porta a creazione dei secondi piatti tipo L’agnello con contorno di spaghetti o Polpette coi
vermicelli ecc. In questo caso, la pasta viene condita solo con un po’ di burro.

Quando si tratta di pasta per BAMBINI, sono molto amati i cosidetti
LAPSHEVNIK

- il piccolo timballo (sformato) fatto di vermicelli, ricotta e zucchero e
servito con una salsina di fragole.

Un altro piatto popolarissimo e’
MAKARONY PO-FLOTSKI

, sopranominato anche “la gioia di single”, grazie alla straordinaria
semplicita’ e velocita’ di preparazione. La ricetta e’ fulminea: dopo aver cotto
i maccheroni, mescolateli con una scatola di
TUSHIONKA, simile a
Simmental. Una manciatina di prezzemolo fresco - ed eccovi un primo
piatto, inventato da pigrizia russa -))

Qui sotto troverete invece il piccolo ricettario dei primi che fanno orgoglio di
cucina dell’Est.


Vareniki ucraini
VARENIKI
UCRAINI

La pasta si fa con farina, sale, acqua calda + burro sciolto in acqua, uova.
Mettere la farina 800 gr, fare al centro buco dove mettere sale, 2-3 uova, 150
gr acqua + 30-50 gr di burro, fare la pasta non molto dura, stendere finemente.
1) Ripieno di “Vareniki”: a) o pure’ di patate con cipolla e prezzemolo e un po
d’olio (molto usato questo tipo di ripieno), b) o crauti passate in padella con
cipolla e un po’ di pomodoro concentrato, c) o con ricotta (molto diffuso in
Russia), d) o con visciole crude - queste ultime due servono come dolce.
Conditeli con smetana (panna acida; riperibile nei negozi di prodotti
bioloogici) oppure con panna.

Pelmeni in piatto

I PELMENI RUSSI sono il piatto forte della cucina russa. Il ripieno puo’
variare dalla farciture di miscela di carni tritati e pesce al semplice cavolo.
Qui sotto troverete la ricetta di pelmeni ai funghi, una vera gioa di
buongistai.

L’impasto: come da tortellini

Per il ripieno: 250 g di funghi misti, 30 g di cipolla, 1 spicchio
d’aglio, 40 g di prosciutto cruso, 80 g diprosciutto cotto, 2 cucchiai di burro,
1 mazzetto di p rezzemolo tritato fine, sale, pepe nero macinato fresco, 1 uovo
crudo e 1 uovo cotto tritato fine

Preparazione del ripieno: pulire i funghi e tagliarli a dadini. Ridurre a dadini
anche la cipolla, aglio e il prosciutto e farli rosolare. Incorporare i
funghi e cuocere a fuoco lento fino a quando il liquido e’ evaporato quasi
completamente. Aggiungere gli aromi tritati. Insaporire con sale,
pepe e noce moscata. Incorporare l’uovo crudo che deve rapprendersi leggermente
e cosi legare il tutto. Unire al composto l’uovo cotto. Tirare la
pasta molto sottile e ricavarne dei dischetti di 4 cm di diametro.
Spennelare i bordi con albume.Confezione di Pelmeni

Immergere i pelmeni pochi alla volta in acqua salata in ebollizione. Non
appena tornano a galla, levarli con una sciumarola. Versarvi sopra il
burro fuso e guarnire con l’erba cipollina.

Sono molto popolari i pelmeni con ripieno di carne di vitello IN BRODO, serviti
con prezzemolo tritato.


manty
MANTY
DI KAZAKISTAN

Sono dei grossi ravioli con ripieno di carne di maiale e di manzo. I manty
vengono cotti al vapore nei cestini caratteristici o bolliti normamente

RICETTA

Per la pasta (per 4 o 5 persone):

200 gr. di farina bianca;

150 gr. di acqua calda;

1 cucchiaio di olio di oliva

Per il ripieno:

200 gr. di carne di maiale macinata fine;

1 porro;

200 gr. di cavolo cappuccio tritato e poi strizzato in un panno per farne uscire
l’acqua;

1 salsa ottenuta con: 1 cucchiaio di salsa di soya, 1 cucchiaio di farina
bianca, 1 cucchiaino di glutammato, 1/2 cucchiaino di sale, una spolverata di
pepe macinato al momento, 1 cucchiaio di olio di semi di soya

Setacciate la farina e, dando la caratteristica forma a fontana, aggiungete
al centro il cucchiaio di olio di sesamo e, a poco a poco, aggiungete l’acqua.
Lavorate con le mani per amalgamare il tutto quindi impastate energicamente fino
a rendere il composto molto compatto.Fatene una palla, avvolgetela in un panno
umido e lasciate riposare per un’oretta, il tempo di preparare il ripieno.

Preparazione del ripieno:

Mettete in una ciotola la carne macinata, il porro e il cavolo. Mescolate con un
cucchiaio di legno e amalgamate il composto versando anche la salsa.Lasciate il
ripieno in frigorifero fino al momento di riempire i ravioli

Predisponetevi di un mattarello per stendere la pasta o di una macchinetta, di
uno stampino rotondo (o di un comune bicchiere) dal diametro di circa 8 cm., di
fogli di carta assorbente. Tirate una sfoglia elastica e non troppo sottile.
Ricavate da questa tanti dischetti e disponeteli ben distanziati uno dall’altro,
su fogli di carta assorbente. Fate in modo di ottenere una quarantina di
tondini.Usate un cucchiaino di ripieno per ciascun dischetto, ponendolo al
centro del disco di pasta, quindi ripiegate un lembo e andate a farlo combaciare
con l’altro, sigillando con le dita.

Disponete i ravioli in cestello per cottura al vapore dopo aver spennellato con
olio di semi di girasole l’interno dei cestelli e i ravioli. Per cuocerli
basterano una ventina di minuti di ebollizione. Serviteli dentro ai cestelli,
ancora fumanti di vapore, accompagnati dalla salsa.

Condite i manty con solo aceto oppure, se non gradite il gusto dell’aceto,
potrete semplicemente usare dell’olio e del prezzemolo tritato.