Antologia di poesia russa

A maggio 2004 e' uscita Antologia di poesia russa, in collana Poesia straniera di Repubblica. E' una validissima raccolta, che include migliori poesie di Puskin, Vjazemskij, Lermontov, Tytchev, Blok e molti altri. Tutte le liriche hanno il testo originale di fronte. Il prezzo: Euro 12,45. Si puo' richiedere il libro dal vostro edicolaio di fiducia oppure ordinarlo al Servizio di arretrati del sito di Repubblica (www.repubblica.it).

Antologia di poesia russa

A maggio 2004 e’ uscita Antologia di poesia russa, in collana Poesia straniera di Repubblica. E’ una validissima raccolta, che include migliori poesie di Puskin, Vjazemskij, Lermontov, Tytchev, Blok e molti altri. Tutte le liriche hanno il testo originale di fronte. Il prezzo: Euro 12,45. Si puo’ richiedere il libro dal vostro edicolaio di fiducia oppure ordinarlo al Servizio di arretrati del sito di Repubblica (www.repubblica.it).

Avete sentito una popolarissima canzone russa, Katyusha? Ma se l’avete sentito in russo, magari non avete mai capito il senso… Avendo sotto mano l’Antologia di poesia russa, uscita in preziosissima collana Poesia straniera di Repubblicha, avete possibilita’ di leggere il testo.

Fiorivano i meli, fiorivano i peri, / le nebbie veleggiavano sul fiume,

Katyusha discendeva sulla riva, /sull’alta riva scoscesa.

Discendeva, intonava una canzone & sull-aquila grigiastra delle steppe,

sull-uomo che amava, di cui conservava le lettere.

Ohi tu, canzone, canzoncina di fanciulla,

vola dietro al nitido sole,

E al combattente, alla remota frontiera,

Reca il saluto di Katyusha.

A parte questa bella poesia di Konstantin Simonov, conosciuta ed amata da tutti russi, ci sono le liriche di migliori poeti, da Trediakovskij e Lomonosov, alle odi di Deržavin, alle ballate di Nikolaj Karamzin e ai versi di Konstantin Vaghinov, Marina Cvetaeva, Sergej Esenin. Tra i traduttori si annoverano grandi nomi come Vincenzo Monti, Ippolito Nievo, Giuseppe Ungaretti, Tommaso Landolfi, Clemente Rebora, e il grande slavista Angelo Maria Ripellino.

La prima volta la simile antoglogia include anche le liriche di un grandissimo cantautore russo, Vladimir Vysotskiy. Poeta, attore e cantante, Vysotskiy lavorava presso il Teatro alla Taganka di Mosca (dal 1964), e le sue canzoni, molte delle quali erano destinate a spettacoli teatrali, si diffondevano nelle anni 70 sulle audiocassette, registrate dal vivo ai concerti oppure durante gli spettacoli. Una intera generazione di intelligentsia russa e’ cresciuta con queste canzoni. Vysotskiy divenne il cantante numero uno. Fu adorato per suo spirito libero e la sua sincerita’ nel esprimere i propri sentimenti… Le sue canzoni erano dedicate alla gueraa, ai lager staliniani, alle vicende politiche di Russia contemporanea. Le canzoni come Moskva - Odessa, Bolshoi Karetnyi, Fosse comuni, Cavalli capricciosi sono diventati piu’ celebri opere del cantante, quale mori’ presto, all’eta’ di 42 anni. Proprio a Vysotskij si deve la sua rinascita il igenere di blatnaja pesnia negli anni ottanta.

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.