Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Attentato suicida a Mosca. 31 morti e più di 100 feriti

    Un'esplosione oggi all'aeroporto Domodedovo di Mosca nel settore degli arrivi.

  • Russia: il governo zittisce le voci scomode

    Nell'era Putin manifestare è assolutamente legale. Ma qualcuno

  • Primo oleodotto russo-cinese

    Dal 1° gennaio 300mila barili al giorno dalla Siberia in direzione Cina.

  • Mosca, scontri e feriti degli ultimi giorni: la testimonianza

    In esclusiva pubblichiamo la testimonianza di un ragazzo italiano, in Russia per lavoro, che ha visto da vicino gli incidenti nel centro di Mosca.

  • Tifosi dello Spartak in piazza si scontrano con la polizia

    Dopo la morte di un tifoso nel centro di Mosca.

  • Addio alla "milizia" sovietica.

    In Russia arriva la "polizia" a sostituire la vecchia "milizia" nata con la Rivoluzione d'Ottobre

  • In Russia i mondiali di calcio del 2018

    Mosca esulta dopo la decisione della Fifa di assegnarle i Mondiali del 2018.

  • Il Kgb rivela la vita "russa" dell'assassino di JFK

    Il dossier di Eltsin potrebbe essere utile per aggiungere dettagli allo scenario di assassinio di JFK. I capitoli principali conterrebbero infatti i rapporti del Kgb sulla permanenza a Minsk, capitale della Bielorussia, dell'autore dell'omicidio di Dallas, Lee Harvey Oswald, dal 1959 al 1962.

  • Ultimo dittatore europeo

    Le scelte politiche di presidente bielorusso Lukashenko hanno trasformato ciò che l’opinione occidentale chiamava presidente democratico nell’ “ultimo dittatore europeo”. I problemi per il presidente bielorusso sono sempre maggiori e non sembra esserci luce all’orizzonte, in quanto le soluzioni per mantenere la propria posizione sembrano essere due: chiudere la bielorussia in se stessa, isolandola dal resto del mondo e condannandola ad una fine quasi certa, oppure scendere ai compromessi dettati dalla Russia nei rapporti bilaterali, perdendo però poteri decisionali assoluti su territorio e popolazione bielorussa.

  • Sergio Romano: La maledizione del Caucaso?

    Un interessante articolo di Sergio Romano, apparso sul Corriere della Sera.. Vent’anni fa, quando pochi occidentali avrebbero saputo trovare la Cecenia e l’Ossezia su una carta geografica, le due maggiori potenze avevano le stesse preoccupazioni. Gli Stati Uniti tenevano d’occhio il gigante sovietico e si organizzavano per meglio neutralizzare le sue minacce in Europa, in Africa e in Asia. L’Urss temeva la politica di Ronald Reagan e cercava di bilanciare la forza americana con programmi missilistici e spaziali. La Russia era impantanata nella guerra afghana, ma le sue difficoltà erano simili a quelle che gli americani avevano dovuto affrontare in Vietnam.