Questo sito contribuisce alla audience di

6 maggio 2005, un altro avvistamento UFO in Abruzzo

Ci arriva la seconda segnalazione nei cieli d’Abruzzo riguardante la sera del 6 maggio 2005. Siamo a Val di Sangro ed A.C. sembra osservare lo stesso oggetto avvistato soltanto un’ora prima da una giovane coppia a L’Aquila.

Ci arriva la seconda segnalazione nei cieli d’Abruzzo riguardante la sera del 6 maggio 2005. Siamo a Val di Sangro ed A.C. sembra osservare lo stesso oggetto avvistato soltanto un’ora prima da una giovane coppia a L’Aquila :” Salve Sig. Dezi, Le scrivo in merito all’avvistamento di una luce notturna testimoniato da una coppia di Avezzano il giorno 6 Maggio 2005 alle ore 21.50. La stessa sera, circa un’ora dopo , mi ero fermato a fare benzina presso una stazione di servizio lungo la Val di Sangro (sempre in Abruzzo, vicino al confine con il Molise, in prossimità del mare) ed ho avvistato la stessa identica fonte luminosa giallo-verdognola, con identici movimenti ed effetti (velocità estremamente ridotta, brevi stazionamenti, apparente dissolvenza, silenziosità assoluta) che si muoveva da nord verso sud.

Percorro spesso questa strada statale tornando a casa di notte e negli ultimi mesi mi è capitato di avvistare simili “luci” con frequenza quasi settimanale (la strada è praticamente priva di curve, per cui mi capita spesso di osservare il cielo stellato durante la guida, essendo anche un appassionato sia di ufologia sia di astronomia): sinceramente ho sempre pensato che si trattassero di satelliti artificiali in orbita attorno alla Terra e che l’apparente dissolvenza fosse dovuta alla presenza di foschia / smog, essendo quella anche un’area industriale molto attiva. Purtroppo non dispongo di dispositivi di osservazione diretta, per cui non ho mai potuto notare simili particolari (luci verdi e rosse) descritti dal testimone L.F.

La distanza di osservazione inoltre è sempre tale da non poter stabilire con assoluta certezza la quota di “volo” dell’oggetto, anche se è sempre e comunque molto più vicina alla linea virtuale dell’orizzonte rispetto alle altre stelle visibili, il che farebbe pensare ad un oggetto all’interno dell’atmosfera terrestre e non viceversa; in un caso di un paio di settimane fa mi era addirittura sembrato che volasse poco al di sopra della superficie marina, ma, ripeto, di notte e con pochissimi punti di riferimento è praticamente impossibile stabilire l’altezza e la posizione di un oggetto.

Come già detto, sono un appassionato di ufologia ed ho sempre “creduto” (o forse sarebbe meglio dire “sperato”) nell’esistenza di altre civiltà nell’universo, ma al tempo stesso sono piuttosto obiettivo e razionale, per cui di fronte ad episodi del genere cerco sempre di trovare innanzitutto una spiegazione che possa ricondurre il tutto a fenomeni naturali (meteoriti) o di natura artificiale “umana” (satelliti, aeromobili) prima di giungere a conclusioni troppo affrettate. Sperando che la mia testimonianza possa in qualche modo contribuire alla soluzione del “mistero” continuerò a visitare il Vs sito in attesa di aggiornamenti o spiegazioni plausibili del fenomeno. Distinti Saluti”

Le categorie della guida

Link correlati