Questo sito contribuisce alla audience di

Fiumi e cascate

La cascata delle Marmore

L’Umbria non è bagnata dal mare, eppure l’acqua è presente ovunque, anche laddove non è così evidente, caratterizzandone il paesaggio e l’economia. In questa regione c’è un vero e proprio cilto dell’acqua, in particolar modo nel comprensorio ternano.





Non sempre però questo elemento forma laghi o cascate in modo naturale, tanto per citarne uno, il Lago di Corbara, che è artificiale, e la famosissima Cascata delle Marmore, a pochi km dal centro di Terni, opera idraulica romana del 271 a.C. e quindi frutto dell’intervento dell’uomo a più riprese.La cascata è formata dal fiume Velino che precipita nel Nera, dando origine a tre spettacolari salti per un totale di 165 mt, facendone la cascata più alta d’Europa.
Meta turistica rinomata, offre al viaggiatore uno spettacolo emozionante, e per chi decide di non fermarsi ad ammirarla solo dalla strada o dal piazzale antistante, ormai super attrezzato per il turista, c’è un piacevolissimo e refrigerante percorso interno.






E’ anche possibile, rivolgendosi all’infopoint (0744-62982), affittare canoe e gommoni a praticare rafting.

Anche i laghi di Trasimeno, Piediluco e di Corbara offrono la possibilità di praticare sport acquatici, dalla vela al windsurf, mentre per lo sci nautico sul Lago Trasimeno, è necessario ottenere un permesso dall’Ispettorato di Porto della Provincia di Perugia.

Un capitolo a parte meritano le acque termali.

Ultimi interventi

Vedi tutti