Questo sito contribuisce alla audience di

Las Vegas a prima vista

Presentazione di Las Vegas. Città dello sballo? Del divertimento sfrenato? Dei matrimoni-lampo? La città dei miliardari? Si, tutto questo e anche di più!

Presentare Las
Vegas
è senza dubbio un’impresa difficilissima. La si potrebbe definire una
delle città “più Americane di tutta l’America”; Las Vegas è la città “del
più
. Qui tutto è portato all’eccesso, nel bene e nel male.Per molti è
la città del sogno, del divertimento sfrenato, dove tutto è possibile, dove si
può diventare miliardari in poche ore oppure perdere in pochi minuti delle vere
fortune. E’ stata però anche spesso etichettata da alcuni come la “città del
peccato”, del divertimento facile, dello sballo, dei matrimoni “mordi e fuggi”.
Ebbene si, Las Vegas è proprio tutto questo e forse anche ancora “di più”! E’ la
capitale mondiale del divertimento!

src="http://utenti.lycos.it/usainfo/lo_strip2.jpg" width=300
border=0>

Las Vegas sorge
all’estremo sud dello stato del Nevada, dove dal 1931 il gioco d’azzardo
è legalizzato. Ciò ha permesso la nascita e lo sviluppo delle due capitali del
gioco: Las Vegas, appunto, e Reno. Las Vegas sorge in mezzo al deserto,
circondata da un territorio arido e brullo, dove per chilometri e chilometri non
si trova segno di vita. Eppure, al calare della sera e per tutta la notte questo
deserto si accende in un vortice di luci, suoni, colori. Alcuni hanno definito
questa città come un bombardamento dei sensi: luci lampeggianti, insegne
luminose, giochi di colori, il rumore delle slot-machines, i dadi che
rimbalzano, le puntate alla roulette, il sottile odore degli alcoolici, i
sottofondi musicali, le danze che accompagnano gli strip e il rombo delle
limousines che sfrecciano per le vie affollatissime della città. A Las Vegas,
però, non esiste il tempo. Tutto funziona 24 ore su 24: i casino,
i tavoli da gioco, i ristoranti. Si può pranzare a qualunque ora del giorno e
della notte, così come si può giocare, vincere e perdere, oppure… anche
sposarsi! Infatti Las Vegas è la patria delle Wedding Chapel, le
piccole Chiesette dove un pastore è sempre disponibile per un
matrimonio-lampo.

E’ praticamente
impossibile a Las Vegas non lasciarsi travolgere, prendere dal ritmo,
dall’euforia, quasi lasciarsi avvolgere dal turbine, vivere un giorno “fuori dal
mondo”, anche per chi non ama il gioco d’azzardo: si possono sempre visitare i
favolosi hotels lungo “ href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2001/12/85662.shtml">lo
strip“: dall’antica Roma del href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2001/12/82832.shtml">Caesar’s
Palace, al castello medievale dell’Excalibur, dall’ambiente tropicale del
Mirage all’antico Egitto del Luxor, dal href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2002/11/125010.shtml">Bellagio
al href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2001/12/82119.shtml">Flamingo.

href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2001/12/82832.shtml"> height=195 src="http://utenti.lycos.it/usainfo/Caesars_di_notte_ingresso.JPG"
width=287 border=0>

Tuttavia, per chi lo
desidera, durante il giorno Las Vegas offre anche attrattive più “serie” e
culturali: è infatti circondata da musei, parchi e città minerarie che
ricostruiscono ed illustrano la href="http://guide.supereva.it/usa/interventi/2001/12/82422.shtml">storia di Las
Vegas, la vita dei pionieri, degli indiani e dei cercatori d’oro che nei
secoli passati hanno setacciato queste zone.

Ultimi interventi

Vedi tutti