Questo sito contribuisce alla audience di

Colombo e gli esploratori dopo di lui

Colombo andò quattro volte in America, ma dopo di lui numerosissimi altri esploratori, per conto di diversi sovrani europei si avventurarono nelle "Nuove Indie"

Cristoforo Colombo nacque nel 1451 a Genova, città che era a quel tempo una delle più grandi e importanti repubbliche commerciali del Nord Italia.

Tra il 1465 e il 1476 Colombo ebbe modo di viaggiare parecchio e affrontò numerose avventure, tra cui un naufragio ed un assalto dei pirati, che lo resero un navigatore con parecchia esperienza, nonostante la sua giovane età.

Nel 1492 ebbe modo di compiere il primo viaggio verso l’America, sovvenzionato dai Re di Spagna Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia, dopo che il Re del Portogallo gli aveva negato il suo appoggio.

Colombo partì da Palos il 3 agosto 1492, con ottantotto uomini distribuiti su tre navi (due caravelle e la Santa Maria).

Inizialmente, si diressero verso le Canarie, dove approdarono ai primi di settembre. Dopo pochi giorni ripartirono diretti più a nord e il 12 ottobre arrivarono in un’isola che i suoi abitanti chiamavano Guanahami e che Colombo ribattezzò San Salvador.

Appena sbarcati, piantarono nella spiaggia una croce di legno con un cappio, che rappresentava l’unione della Fede e della Giustizia.

Gli uomini che Colombo incontrò si chiamavano, riferendosi a loro stessi, “tainhos“, ma Colombo li ribattezzò indiani, essendo fermamente convinto di essere approdato in India.

Colombo ripartì per la Spagna il 15 marzo 1493, portando con sé animali, vegetali e minerali scoperti nel nuovo mondo.

Sempre nel 1493, Colombo ripartì per ritornare nella “Sua India” e questa volta fondò la colonia “Isabella”, approdò per la prima volta a Cuba e in Jamaica.

Un nuovo viaggio lo compì nel 1498 ed infine, l’ultimo, nel 1502. In tutto, Colombo si recò 4 volte nel continente americano.

Dopo di lui, molti decisero di partire alla volta delle Nuove Indie.

L’America Settentrionale fu esplorata da Giovanni Caboto (un italiano al servizio del re d’Inghilterra), mentre Cortez e Pizarro depredarono e distrussero, rispettivamente, gli imperi Azteco e Incas.

Nel 1524 l’italiano Giovanni Verrazzano, guidando una spedizione francese, approdò per la prima volta nell’isola di Manhattan, proprio dove oggi sorge New York.

Ultimi interventi

Vedi tutti