Questo sito contribuisce alla audience di

La guerra d'Indipendenza - prima parte

Gli aspetti ideologici e le dichiarazioni che hanno aperto la Guerra d'Indipendenza: gli atti del Congresso e la celebre Dichiarazione d'Indipendenza del 1776.

Nonostante al Primo Congresso Continentale, riunito a Filadelfia nel settembre 1774, fossero prevalse le posizioni moderate, di fatto gli eventi presto degenerarono e in pratica fin da subito nelle diverse colonie si iniziarono a raccogliere uomini e armi per l’opposizione alle imposizioni della madrepatria, cercando di costituire un “esercito di liberazione“. Quando l’esercito inglese cercò di fermare e di contrastare questi “preparativi” si arrivò all’aperto scontro armato.

Formalmente, l’apertura della Guerra d’Indipendenza e l’entrata in guerra ufficiale si ebbe il 10 maggio 1775, con un atto del secondo Congresso Continentale, riunito sempre a Filadelfia, il quale affidò il comando dell’esercito coloniale al generale George Washington. Di fatto, però, questo secondo Congresso, pur sancendo l’entrata in guerra contro l’Inghilterra, non dichiarò esplicitamente l’obiettivo dell’indipendenza dalla madrepatria. La reazione del re d’Inghilterra Giorgio III fu durissima: con il “Proclamation of Rebellion” ribadì le rigide posizioni inglesi in materia politica, sociale ed economica e dichiarò ribelli i patrioti americani. Con questo atto anche i coloni più moderati si decisero ad unirsi all’”esercito di liberazione americano”.

La risposta americana alla “Proclamation of Rebellion” inglese arrivò nello storico 1776. Nel giugno di quell’anno, il Congresso costituì una sorta di comitato per stilare un atto formale che riepilogasse le posizioni delle colonie e la loro dichiarazioni di intenti per questa guerra. All’interno di questo comitato vi erano nomi quali Thomas Jefferson e Robert Livingston. Il documento che venne elaborato fu discusso ed approvato dal Congresso il 2 luglio 1776 e promulgato il 4 luglio 1776. Era la famosissima “Declaration of Independence“, che diventerà uno dei più importanti documenti di tutta la storia americana e del mondo occidentale. Alle 18.00 della sera del 4 luglio 1776 il generale Washington lesse pubblicamente parte della dichiarazione alle truppe, le quali accolsero questo atto con grande entusiasmo ed euforia. Il punto storicamente più importante è il principio per cui ogni governo è formato e deve operare per l’esclusivo beneficio delle genti governate. Quando il governo non è più di beneficio per le genti governate, allora queste hanno il diritto di sostituirlo con un nuovo governo. Inoltre, in questa dichiarazione non mancavano i principi di uguaglianza e di libertà. Celebre è la frase “tutti gli uomini sono stati creati uguali e il Creatore li ha investiti di alcuni diritti inalienabili“.

Se vuoi leggere il testo originale ed integrale della Dichiarazione d’Indipendenza, clicca qui.

A questo punto gli obiettivi e i principi ispiratori erano stati espressi e la guerra era stata dichiarata. Si trattava di combatterla e vincerla in nome di questi principi.

Ultimi interventi

Vedi tutti