Questo sito contribuisce alla audience di

Old e New Town San Diego

San Diego si divide in Old Town e New Town. Scoprite la loro storia e cosa rappresentano ancora al giorno d'oggi.

A partire già dal
1850 si hanno testimonianze dei primi tentativi (falliti) di costruire una nuova
città (una “new town”) più vicina alla baia ed al porto. Due fatti significativi
segnano il passaggio dalla Old alla New Town.


Il primo è l’arrivo nel 1867 del ricchissimo Alonzo Horton (cui è
attribuita la frase emblematica “I’m getting tired of handling so much money”),
proveniente da San Francisco e dal nord California, dove si era arricchito,
soprattutto grazie alla corsa e alla ricerca dell’oro. Horton acquistò
un’immensità di terre intorno alla baia e lungo la costa ed iniziò a costruire.
Ben presto riuscì a rivendere la maggior parte di ciò che aveva acquistato e
costruito, incrementando ulteriormente la sua fortuna. Tuttavia, la costruzione
della New San Diego era inesorabilmente iniziata. Nel 1871, anche la sede
comunale si trasferì dalla vecchia alla nuova città.

Il secondo evento
si colloca alcuni anni dopo, quando la nuova città si sta già espandendo e si
presenta la necessità di organizzazione e pianificazione. Per razionalizzare la
crescita della nuova città venne chiamato l’erede del re dello zucchero John
Spreckels
. La San Diego di oggi è ancora in buona parte disposta secondo il
piano originario di Spreckels, nonostante si sia estesa notevolmente (oltre 30
Km).

A fine 1800 la Old
Town era già completamente decaduta ed in buona parte abbandonata. Al giorno
d’oggi, però, è risorta a nuova vita e moltissimi dei vecchi edifici in stile
spagnolo coloniale sono stati ristrutturati e trasformati in bellissimi negozi,
locali e ristoranti. Per apprezzare la Old Town è inevitabile un giro a piedi.
Il modo migliore è cercare una breve visita guidata dell’Old Town San Diego
State History Park
, oppure, se preferite girare da soli, partendo dalla
Old Town Plaza
(nota anche come Washington Square), dove un tempo avvenivano
i combattimenti dei tori e dei galli. Sempre all’interno dello State History
Park non si può perdere il Bazaar del Mundo, zona bellissima di botteghe,
negozietti spagnoli e ristoranti.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati