Questo sito contribuisce alla audience di

Barack Obama: "Al Qaeda prepara attacco contro gli Stati Uniti dal Pakistan"

Il presidente americano proclama il piano Usa per sconfiggere la rete terroristica

Soldati americaniWashington: sconfiggere e demolire Al Qaeda è l’obiettivo numero uno degli Stati Uniti in Afghanistan.

Barack Obama ha spiegato la nuova strategia in Afghanistan e Pakistan, mettendo in risalto come il confine tra i due paesi sia “la zona più pericolosa del mondo”.

L’ammiraglio Michael Mullen, capo degli stati maggiori del Pentagono, ha avvalorato il convincimento che ci siano componenti dei servizi segreti pachistani che danno il loro appoggio ai talebani e ad Al Qaeda.

Obama disporrà in Afghanistan altri 4.000 soldati con il compito di addestrare le truppe locali.

Le nuove forze armate si sommeranno ai 17.000 soldati aggiuntivi già rivelati dalla nuova amministrazione e che arriveranno nei prossimi mesi in Afghanistan.

La nuova strategia, prevede diverse consegne per far fronte alla spirale di violenza talebana in Afghanistan, ma anche in Pakistan.

Le richieste a Kabul e Islamabad: il presidente ha inoltrato per la prima volta richieste esplicite alle autorità di Kabul e Islamabad affinché trovino il modo di lavorare, collaborare contro il terrorismo.

I compiti dell’Afghanistan: Kabul dovrà registrare progressi nella lotta alla corruzione e ai signori della droga.

Il ruolo del Pakistan: Il Pakistan deve dare prova del suo impegno, atto, ad allontanare Al Qaeda dal suo territorio.

Gli Usa useranno non solo la forza ma anche la diplomazia e lanceranno un’ampia operazione per coinvolgere i paesi vicini nella stabilizzazione.

Insieme all’Onu costituiranno un nuovo Gruppo di Contatto per l’Afghanistan e il Pakistan.

In aggiunta a rafforzare il contingente militare, Obama punta a inviare altri funzionari civili fino a toccare quota 900.

Un programma ambizioso: per il nuovo impegno in Afghanistan saranno necessari molti più fondi di quelli al momento messi a disposizione.

Obama ha chiesto al Congresso di portare gli stanziamenti ad un miliardo e mezzo di dollari.

Ultimi interventi

Vedi tutti