Questo sito contribuisce alla audience di

Viaggio nei parchi nazionali del deserto americano

Un paesaggio unico al mondo: il Grand Canyon e il Bryce Canyon

"Il Grand Canyon" Si atterra all’aeroporto di Las Vegas in Nevada e si parte alla volta del Grand Canyon.

Dopo circa 50 km di viaggio si incontra il grande lago Mead, in mezzo al deserto; qui si può ammirare una delle dighe di cemento più alta del mondo: 216 m di altezza! lo spettacolo, unito al rosso delle rocce del canyon, è un capolavoro unico.

Proseguendo si raggiunge l’immenso Parco nazionale del Grand Canyon: circa 500 km di lunghezza per 20 di larghezza, è quasi impossibile percorrerlo tutto in macchina, l’alternativa è quella di affittare un elicottero in più persone e sorvolare il Canyon.

I prezzi sono anche molto abbordabili, così chiunque può vivere questa emozione.

Dall’alto si vede bene il corso del fiume Colorado; si ha una splendida visuale anche dalla parte nord, quella più alta, selvaggia e ricca di vegetazione.

Possiamo trovare alloggio al “Grand Canyon village” dove ci sono diversi piccoli alberghi che si affacciano proprio sul dirupo.

I negozi di artigianato ci ricordano che questi ambienti erano un tempo territorio degli indiani Navajo.

Il villaggio è il punto di partenza ideale per le escursioni, alcune delle quali si possono fare anche a cavallo. Non occorre arrivare al villaggio con l’auto, vi arriva anche uno storico treno attivo fin dal 1901, perché questa grande meraviglia della natura ha attirato i turisti fin da quei tempi.

Proseguendo la nostra escursione arriviamo ad un altro Parco Nazionale quello del Bryce Canyon, anche qui attraverso una strada nel deserto si arriva ad un’ampia diga che ha creato uno dei più grandi bacini idrici di tutto il nord America, il lago Pauel.

All’ingresso del parco troviamo le tende indiane per i viaggiatori che vogliono sentirsi in totale armonia con l’ambiente circostante e con l’attrazione più importante del Bryce Canyon: un anfiteatro di guglie, cime e muraglie scolpite dal ghiaccio e dal vento nel corso di milioni di anni.

E’ molto semplice visitare il Bryce Canyon in quanto ci sono 13 punti di osservazione dai quali la visione è accessibile, poi ci sono però molti chilometri di sentieri che conducono nel centro del Canyon in mezzo ai pinnacoli.

Il sentiero del Navajo scende in profondità e nonostante sia faticoso e battuto dal sole, è affollato di persone a tutte le ore del giorno. Le piante crescono con molta difficoltà, ma ciò nonostante sopravvivono due pini altissimi.

E’ meritevole di segnalazione “la cattedrale”, una composizione di tortiglioni che ricorda le guglie di una chiesa gotica europea. E’ un paesaggio indescrivibile che merita di essere visitato.

Ultimi interventi

Vedi tutti