Questo sito contribuisce alla audience di

La Festa della Mamma negli Stati Uniti

“The Mother's Day”

Rose rosse La festa della mamma, che si festeggia la seconda domenica del mese di maggio, ha avuto origine negli Stati Uniti; la fautrice dell’evento che oggi è ricordato in quasi tutto il mondo, fu una donna americana.

La proposta fu fatta, per dedicare un giorno alla pace, nel 1872 dalla signora Julia Ward Howecome; in seguito nel 1914 divenne festa nazionale, grazie all’interessamento di Ana Jarvis di Philadelphia, la quale desiderando ricordare l’anniversario della morte di sua madre, che aveva insegnato nella Andrews Methodist Church di Grafton (West Virginia), nel 1907 persuase la sua parrocchia a Grafton, (West Virginia), a commemorare l’avvenimento la seconda domenica di maggio e così la prima festa della mamma fu celebrata il 10 maggio 1908 a Grafton e l’anno dopo a Filadelfia.

Si iniziò a chiedere a ministri e uomini d’affari, di dichiarare la festa giorno nazionale così che, dal 1911, l’usanza si diffuse in quasi tutti gli Stati dell’America.

Solo nel 1914, Woodrow Wilson, presidente degli Stati Uniti, rese ufficiale la festa “Mother’s Day”, dichiarandola festa nazionale e ne stabilì la data alla seconda domenica di maggio.

Anna Jarvis adottò come simbolo della ricorrenza il garofano (il fiore che sua madre preferiva fra tutti): rosso per le mamme in vita, bianco per le mamme scomparse.

Anche Danimarca, Finlandia, Turchia, Australia e Belgio hanno seguito l’esempio degli Stati Uniti: in Norvegia viene celebrata la seconda domenica di febbraio, in Argentina la seconda di ottobre; in Francia l’ultima domenica di maggio ed è considerata come festa di compleanno della famiglia; in Italia si festeggia la Festa della mamma, come negli Stati Uniti, la seconda domenica di maggio.

Ultimi interventi

Vedi tutti