Questo sito contribuisce alla audience di

Il Colorado

“Un viaggio nel selvaggio West”

"National Monument" Il Colorado confina a nord con il Wyoming e il Nebraska, a sud con l’Oklahoma e il Nuovo Messico, ad ovest con l’Utah e ad est con il Kansas.

È chiamato anche Centennial State perché nel 1876, cento anni dopo la Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti, è diventato uno Stato federale.

La capitale e città più popolosa è Denver.

Il suo nome deriva dallo spagnolo colorado, che significa colorato di rosso, e inizialmente era stato dato al fiume Colorado, in quanto le sue acque sembrano rosse quando scorre attraverso i canyons di pietra rossa.

Gli esploratori spagnoli, alla ricerca d’oro, furono i primi ad arrivare nella zona nel XVI secolo.

Nel 1803 gli Stati Uniti comprarono dalla Francia gran parte dell’attuale Colorado come parte della Louisiana Purchase (tutta la parte ad oriente elle montagne Rocciose) e nei successivi vent’anni molti americani esplorarono l’area.

Il primo insediamento permanente fu il Bent’s Fort, costruito nel 1833.

Nel 1858 furono trovati diversi filoni d’oro vicino all’attuale Denver, e molti cercatori affluirono nella zona.

Verso la fine del 1859 più di 100.000 persone vi si stabilirono.

Sorsero problemi con alcune tribù di Indiani, che avevano ricevuto tramite trattati diverse riserve, ma i cercatori d’oro li ignorarono e vi furono in seguito vari scontri tra gli Indiani e le truppe governative, che terminarono nel massacro di Sand Creek, in cui vennero uccise diverse centinaia di uomini, donne e bambini della tribù dei Cheyenne.

Il 1° agosto 1876 il Colorado fu annesso all’Unione e John L. Routt fu eletto come primo governatore.

L’urbanizzazione è molto ridotta, ad eccezione delle zone lungo i fiumi South Platte e Arkansas

Le piogge sono scarse, con una media di 300-450 millimetri l’anno e l’agricoltura si basa su colture appositamente studiate per i terreni secchi (dryland farming), o per il pascolo e l’allevamento di bestiame (ranching).

In Colorado troviamo le Montagne Rocciose la cui cima più altra è Mount Elbert (4.399 m s.l.m.).

Sono presenti molte foreste ma gli incendi, seguiti alla grande siccità del 2002, hanno cambiato nettamente questa zona.

Nella regione delle Montagne Rocciose vi sono ampi parchi e vasti bacini fluviali.

A sud, nella San Luis Valley, ci sono le sorgenti del Rio Grande, che poi scorre nel Nuovo Messico con la denominazione di Rio Bravo; dalla città di El Paso alla foce nel Golfo del Messico, il fiume segna il confine tra gli Stati Uniti e il Messico fin dal 1845.

Le montagne sono innevate solo in inverno e la vegetazione è costituita da conifere, che possono arrivare fino ai 4.000 m nel sud dello stato, e fino ai 3.200 m nel nord.

A sud-est di Grand Junction c’è la Grand Mesa, la più grande montagna al mondo con cima piatta. Più ad est, vi sono le rinomate località sciistiche di Aspen, Vail, Crested Butte e Steamboat Springs.

Il clima è in generale molto arido, con scarse precipitazioni piovose; le estati sono calde e afose, con temperature che possono raggiungere facilmente i 40 gradi centigradi, in inverno il clima rimane mite nella parte Est, mentre nella parte Ovest più vicino alle Montagne Rocciose, si hanno temperature medie di 6 C° e notevoli precipitazioni anche nella capitale Denver.

Da visitare non c’è molto la capitale Denver è una classica città americana, ed è molto piacevole anche se non ha particolari posti da vedere; ma le valli delle grandi Montagne Rocciose racchiudono tesori di bellezza: 4 parchi nazionali tra i più belli di tutti gli Stati uniti, Rocky Mountains, Black Canyon of the Gunnison, Mesa Verde, Great Sand Dunes, ed inoltre l’interessante monumento nazionale “Dinosaur National Monument” che richiama molti bambini in quanto possono ammirare gli scheletri dei dinosauri ancora conservati nelle rocce della montagna.

A “ Mesa Verde” un canyon conserva ancora un villaggio indiano costruito con pietre, abbandonato misteriosamente dal popolo che lo abitava circa 700 anni fa e riscoperto da un secolo e mezzo circa in perfette condizioni.

Ed infine a Durango troverete ancora l’aria del vecchio west e un treno a
vapore che procede lento tra le valli e gli stretti canyons.

Il Colorado è per chi ama le praterie e le montagne rocciose, ovvero il selvaggio West.

Ultimi interventi

Vedi tutti