Questo sito contribuisce alla audience di

Il ricordo di un urugano

"Miami: settembre 1948"

"Principio di uragano" Nel settembre del 1948, la Baia di Miami, fù colpita da un terribile uragano.

In principio un fortissimo vento che andava alla velocità di 190 km orari, fece piegare gli alberi come fossero fragili canne scosse dai venti; distrusse nel suo percorso tutto ciò che incontrava: cavi telefonici e linee elettriche, case di cui portò via tetti e finestre.

Insieme al vento, giunse il diluvio, il mare era in burrasca ed il rumore delle onde copriva il sibilo del vento.

La popolazione, avvertita poco prima dalla radio, si rifugiò in luoghi più sicuri.

A causa del moto ascensionale dell’aria e della bassa pressione il ciclone attirò verso l’alto l’acqua del mare fino ad un’altezza di 10 metri e, spinta dal vento investì la costa devastando edifici e sradicando gli alberi.

Quando tutto si calmò, oltre alle coste di Miami anche le coste della Florida risultarono distrutte; per fortuna ci furono poche vittime.

Ultimi interventi

Vedi tutti