Questo sito contribuisce alla audience di

L'Indiana

Lo stato della 500 miglia

"Indianapolis di notte" La capitale dell’Indiana (che significa “Terra degli Indiani”) è Indianapolis.

Il nomignolo con cui vengono chiamati gli abitanti dell’Indiana è “hoosiers”.

Il territorio in passato fu esplorato dai Francesi che vi fabbricarono diversi centri commerciali.

Nel 1763 è ceduto agli Inglesi, ma nel 1783 diventa suolo americano.

Conquistata l’autonomia entra a far parte dell’Unione, come diciannovesimo stato il 2 dicembre 1816.

L’Indiana appartiene alla cosiddetta Corn Belt, la cintura del mais: insieme all’Illinois e allo Iowa partecipa in modo decisivo al primato maidicolo mondiale degli Usa.

Altre coltivazioni, oltre a quella del mais, sono costituite dalla soia, e dall’allevamento di bovini, suini e pollame.

La città più popolosa è la capitale Indianapolis che è anche capoluogo della Contea di Marion.

Per quel che concerne lo sport da ricordare che nell’Indiana si tiene la famosa corsa automotobilistica Indianapolis 500 (la 500 miglia di Indianapolis).

Il circuito di questa città è stato anche una delle tappe del mondiale di F1.

Le franchigie dell’Indiana che partecipano alle principali leghe sportive americane sono: Indianapolis Colts nella NFL e Indiana Pacers nella NBA.

Ultimi interventi

Vedi tutti