I volti scolpiti di quattro Presidenti che hanno fatto la storia americana

Le grandi sculture del Mount Rushmore National Memorial

Monte Rushmore

Nel Dakota del Sud sul massiccio montuoso delle Black Hills (Colline Nere), catena montuosa degli Stati Uniti che si allunga fino allo stato dello Wyoming una volta abitato da diverse tribù indiane tra cui Sioux, Crow, Arapaho, e Shoshon, si trova il Monumento nazionale del Monte Rushmore (Mount Rushmore National Memorial) complesso scultoreo formato da enormi blocchi di granito.

Un avvocato di New York Charles E. Rushmore nel 1885, mentre stava conducendo uno studio sull’estrazione mineraria nelle Black Hills, chiese quale fosse il nome di quella grandiosa montagna e, visto che non ne aveva uno, si decise di dargli il suo nome.

Nel 1927 Calvin Coolidge (Plymouth, 4 luglio 1872-Northampton, 5 gennaio 1933) 30° Presidente degli Stati Uniti d’America, in carica dal 1923 al 1929, commissionò allo scultore statunitense Gutzon Borglum (St. Charles, 25 marzo 1867-Chicago, 6 marzo 1941) un monumento unico, da dedicare ai quattro grandi e famosi Presidenti degli Stati Uniti, vennero così scolpiti i loro volti; i lavori con varie interruzioni, ebbero una durata effettiva di sei anni e mezzo, tra il 1927 e il 1941.

Anni dopo Rushmore stesso sovvenzionò la scultura con $5000 dollari, la cifra più alta stanziata da un privato.

I volti scolpiti sono i seguenti:

George Washington, (Bridges Creek, 22 febbraio 1732-Mount Vernon, 14 dicembre 1799) primo Presidente degli Stati Uniti d’America dal 1789 al 1797;

Thomas Jefferson (Shadwell, 13 aprile 1743-Charlottesville, 4 luglio 1826) terzo presidente degli Stati Uniti d’America ,considerato anche uno dei padri fondatori della nazione;

Theodore Roosevelt detto Teddy (New York, 27 ottobre 1858-Sagamore Hill, 6 gennaio 1919) 26º e più giovane presidente degli Stati Uniti ha ricevuto il Premio Nobel per la pace;

Abraham Lincoln (Hodgenville, 12 febbraio 1809-Washington, 15 aprile 1865) 16º Presidente degli Stati Uniti d’America, è considerato sia dalla storiografia sia dall’opinione pubblica uno dei più importanti e popolari presidenti degli Stati Uniti, pose fine alla schiavitù con la Proclamazione dell’Emancipazione nel 1863, che liberò gli schiavi negli Stati dell’Unione, ed in seguito con la ratifica del Tredicesimo Emendamento della Costituzione Americana, che nel 1865 abolì definitivamente la schiavitù in tutti gli Stati Uniti.

La scultura, alta circa 18 metri, iniziata nel 1927 con il volto di George Washington, proseguì sino alla morte dello scultore, avvenuta nel 1941.

Anche il cinema ha più volte portato sulle scene la parete scolpita del Monte Rushmore tra cui ricordiamo il film Intrigo Internazionale (North by Northwest), di Alfred Hitchcock, dove vi si svolge l’ultima scena (1959); e l’ultima scena sul Monte è anche quella del film del 2007 Il mistero della pagine perdute (National Treasure: book of secrets).

Il Monte di notte

Le grandi sculture del Mount Rushmore National Memorial
Il Monte di notteBusto dello scultore statunitense Gutzon BorglumEntrata al Monte RushmoreLa strada per il MonteTarga Mount Rushmore National MemorialVisitatori al Mount Rushmore National MemorialLe sculture dei Presidenti sul Mount Rushmore National MemorialWashingtonGeorge WashingtonProfilo George WashingtonThomas JeffersonTheodore RooseveltAbraham LincolnMount Rushmore National Memorial in lontananza

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.

Ultimi interventi

Vedi tutti