Questo sito contribuisce alla audience di
Login:
daphne.1983 
Karma:
Nome Completo:
 
Sito web:
 
Registrato dal:
2009-12-04 12:38:44
Commenti scritti:
3
Segnalazioni inviate:
0
Descrizione:
 

Gli ultimi commenti di daphne.1983:

1

Vasco: il culto per la logica dell'identico

(0 punti) (0 commenti)

tranquillo, io spero che in questi forum ci sia un dialogo civile, anche perchè io scrivo da scettica, ascolto qualsiasi cosa dai korn agli arctic monkeys, dagli smiths a caparezza passando dal jazz agli skatalities o chissà cos'altro ancora…semplicemente non riesco a capire le masse che si accalcano per vasco, quando ritengo che ci siano in giro autori che abbiano, diciamo, + capacità melodiche, di canto, di scrittura testi e quant'altro. I miei sono dubbi profani, ognuno ha la libertà di ascoltare ciò che vuole e se fa comunione e dà carica ben venga, io solamente non ne trovo giustificazione.

11 anni fa
2

Vasco: il culto per la logica dell'identico

(0 punti) (0 commenti)

l'ho letto eccome il commento di tania, l'ho letto prima degli altri. se tu sei schumacher, buon x te, avrai 1 sacco d soldi, ma ti assicuro che la poesia è ben altra cosa. I paragoni sono volutamente forzati, ma è sicuramente vero che ascoltare Vasco è sicuramente + facile e commerciale rispetto a gruppi o artisti che la musica la fanno davvero. Il mio discorso è che se la massa lo segue non per questo la sua musica è poesia o bella o lui qualcosa di positivo, è solo qualcosa in cui ci rispecchiamo. Anche io non nego di ascoltare cose commerciali come Ligabue, parla di fossi, di vino e di amici e mi ci rispecchio in pieno, mi piace, ma non posso dire che è bravo in assoluto. Purtroppo chi segue Vasco non sa essere critico con sè stesso e continua le sue battaglie ideologiche del vsco o nient'altro. Mi spiace per questa fissazione e chiusura mentale. Mio papà lo ascolta, da sempre, ma sa essere critico, eppure è degli anni '60 e sa che la musica dei deep Purple o dei Dire Straits è tutta un'altra cosa. ascolta Vasco perchè comunque è orecchiabile e semplice. E c'è una bella distinzione

11 anni fa
3

Vasco: il culto per la logica dell'identico

(0 punti) (0 commenti)

Sul fatto musicale la questione rimane opinabile. A mio parere non sopporto vasco, nè la sua musicalità, nè i suoi testi (da scettica li ho letti praticamente tutti), non ci trovo nè poesia nè null'altro, è alla stregua della media dei cantatutori italiani ripetitivi e noiosi, la distinzione a primo ascolto di questa o quella canzone mi risulta difficile vista la ripetitività degli "eeeehhh" o "ooooh". Per me la poesia è ben altra cosa, Jim Morrison lo era o Ian Curtis, o comunque artisti di ben altro calibro. La semplicità che avvolge Vasco e il potere di comunicazione sono ciò che fanno di lui uno strumento diretto di colloquio con la massa. Purtroppo la gente fatica a ricercare generi musicali ( ma il discorso si potrebbe allargare in molti altri settori) che siano davvero da capire. Così come il cinema d'autore rimane di nicchia, si potrebbero fare altri mille esempi. Ritengo che ciò che fa "massa" e ottenga il consenso non sempre sia ciò ce "è giusto" (vedi recenti scandali politici), semplicemente ci sono persone con grandi doti comunicative, e le "storielle" dei testi dei nostri cantautori, in particolare Vasco, raccontano la storia di ciò che siamo, è quindi plausibile che sia l'esperienza nostra più diretta, e quindi la scelta semplice. Abbiamo al mondo milioni di fedeli islamici, buddisti, cattolici…allora dobbiamo ricercare il gruppo di fedeli + nuemroso per sare quale religione sia la migliore? Dubito….si sceglie sempre la + affine per cultura o per ambito sociale nel quale si cresce, ed ecco fatto. Un grande comunicatore, che ci parla di noi e per noi e tutti a idolatrarlo. Ma sarebbe ora di guardare un po' aldilà del nostro naso senza continuare a vivere in funzione di ciò che è + semplice o propinato in continuazione.

11 anni fa

Vedi tutti i commenti di daphne.1983.

Le ultime segnalazioni di daphne.1983:


Vedi tutte le segnalazioni daphne.1983.