Questo sito contribuisce alla audience di

Olivotto e la campana

Raccontare la storia di una campana in un'ora di musica: è questa l'ultima avventura in cui si è lanciato l'amico e musicista Marco Olivotto, già traduttore dei testi di Hammill nel libro Dark Figures Running...

Tantus Labor è, come riportato sul retro della confezione, la “sonorizzazione della mostra La Campana si racconta”, allestita da Paolo Aldi presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto, sul Colle di Miravalle. La Campana, con la c maiuscola, è quella dei Caduti, realizzata alla fine della prima guerra mondiale da Don Antonio Rossano. L’idea, assolutamente suggestiva, è quella di costruire una grande campana fondendo i cannoni donati dalle nazioni che erano state in guerra fino a pochi mesi prima, e di far suonare ogni sera cento rintocchi per la pace. Inizia così, nel 1925, la storia di Maria Dolens, come è stata battezzata la Campana, di cui sono stati appena celebrati gli ottant’anni di vita. Ottant’anni fatti di rotture e rifondazioni, di suono e silenzio, di guerre, incontri e manifestazioni, che la mostra di Paolo Aldi si è prefissata di raccontare. A fare da cornice a questo racconto per immagini, ecco la colonna sonora a cura di Marco Olivotto che è stata raccolta in questo cd edito da Labour of Love Records.

Un’ora di “narrazione sonora” che ripercorre non solo le tappe salienti degli ottant’anni della Campana, ma anche della nostra storia. Una colonna sonora avvolgente, delicata, fatta di spezzoni vocali (dal Dies Irae al Cantico delle Creature), interferenze radio, contrappunti di archi e legni, ma anche di morbidi synth di floydiana memoria, con un filo conduttore assolutamente geniale: il rintocco della Campana stessa, che si ripete quasi ininterrotto, sullo sfondo, per tutta la durata del cd, accompagnando o facendo da contraltare agli eventi che vengono narrati. Tantus Labor non è, come è facile intuire, un lavoro come tanti, e dunque richiede per essere apprezzato al meglio un ascolto libretto alla mano, in cui sono evidenziati puntualmente tutti i riferimenti storici di ogni traccia e anche i rimandi musicali di alcune composizioni; rimandi che tra gli altri portano dritto, guardacaso, a Peter Hammill, di cui Olivotto è notoriamente un cultore. L’album è disponibile in download anche su iTunes.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti