Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • Arriva il Menu Vegetariano per la Pasqua 2006!

    La tavola festiva proposta da Vegan Italia per la Pasqua 2006 è modulata sui toni delle erbe aromatiche. Tutto senza ingredienti di origine animale, ma non per questo meno sfizioso, appetibile e sopratutto delicato, nei confronti degli agnellini di cui ora ci si accinge a fare un massacro, per averli belli "frollati" sulle nostre tavole di uomini di "buona" volontà. La crudeltà a tavola è una scelta, non una tradizione, ecco un modo per essere soft e coerenti, anche impungnando la forchetta. Il menu verde si sposta dalla leggerezza del seitan al deciso sapore del riso integrale, al gusto orientale delle lenticchie rosse, dalla sfiziosità del tofu impanato al farro, all'arancione della carote, per finire con la soffice delizia di una focaccia pasquale.

  • Osteoporosi: meglio le fonti vegetali di calcio

    In riferimento ai numerosi articoli di divulgazione pseudoscientifica comparsi in occasione della giornata mondiale contro l'osteoporosi, che consigliano l'assunzione di larghe quantità di calcio con la dieta, identificando nel latte e nei suoi derivati la fonte primaria di questo minerale (sottintendendo inoltre più o meno larvatamente la non adeguatezza delle diete a base di cibi vegetali) Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV, da sempre impegnata a fornire una corretta informazione sui rapporti tra dieta e salute, precisa quanto segue.

  • Diventa vegan in dieci mosse: il manuale

    Ecco il libro di Marina Berati e Massimo Tettamaenti, edito da Sonda, per “pesare meno sugli animali, sull'ambiente e sul sud del mondo”.

  • L'alimentazione "verde" riduce i rischi di obesita' e diabete.

    Medici e nutrizionisti dicono sì al vegetarismo: non solo e' una dieta perfettamente compatibile con una vita sana e con un corretto sviluppo infantile, ma e' anche un ottimo strumento per prevenire malattie come il diabete e i problemi cardiocircolatori.

  • Il Vegfestival 2005 è alle porte!

    Spettacoli, concerti, buona cucina, ma anche conferenze e informazione al VegFestival di Torino, giunto ormai alla sua terza edizione. La festa all'aperto dura tre giorni, dal mattino alle 10 alle due di notte allo Spazio 211 di via Cigna 211, Torino. Tre giorni per mostrare a tutti cosa significa vivere vegan, con mostre fotografiche, filmati, cartelloni illustrati, materiali informativi, e tante conferenze e presentazioni di libri. Il tutto inframezzato da spettacoli, giochi, stand commerciali in cui fare shopping, concerti, a sottolineare la positività della scelta vegan; perché vivere vegan significa scegliere di non fare del male: agli animali, all'ambiente, ai popoli del Sud del mondo. Una inno alla vita, che fa star bene con se stessi e con gli altri.

  • Vegandinner a Parma

    A cena con gli chef nei ristoranti di Parma: incontri con la cucina senza cibi di derivazione animale. Dieci incontri convivio all’anno con cadenza mensile (escluso agosto e dicembre). Gli chef locali proporranno la loro cucina con piatti vegani svelando un po' dei loro saperi, racconteranno lo spirito e le caratteristiche della loro cucina. Dagli alimenti semplici a elaborati piatti: la cucina vegetariana vegana non è povera, anzi è ricca di idee, elementi, sapori, fantasia. Una cucina che scopre cibi e alimenti a volte dimenticati, che rende più sensibile il palato (e l'animo), che non produce danni e arricchisce il piacere di stare a tavola consapevoli di un'etica dei valori nei confronti di tutti gli esseri viventi, dell'ambiente, della salute. Una cultura che non esclude, ma include e rispetta le tradizioni.