Questo sito contribuisce alla audience di

E le vitamine?

Nel mondo vegetale non mancano certo le vitamine, ma è utile sapere quali sono le fonti di ogni prezioso elemento, per bilanciare al meglio la nostra alimentazione.

Per assumere tutte le vitamine c’è solo l’imbarazzo della scelta, qui di seguito trovate un elenco, qualche istruzione “per l’uso” e dei link di approfondimento.

- vitamina A : carote, patate, pomodori, zucche, spinaci, mango, papaia.

- vitamina B1 (tiamina) : tutti i cereali specie se integrali, lievito alimentare, legumi, germe di grano, arance, ananas, melone, semi di sesamo e di girasole.

- vitamina B2 (riboflavina) : tutti i cereali specie se integrali, alghe, spinaci, patate, funghi, mandorle, banane.

- vitamina B6 (piridossina) : tutti i cereali specie se integrali, patate, pomodori, avocado, banane, meloni, arance.

- vitamina B12 : introduciomo nell’alimentazione una fonte affidabile di vitamina B12. Con latte di soia fortificato o cereali addizionati, o semplicemente con integratori vegan, reperibili con facilità nelle erboristerie.

- vitamina C (acido ascorbico) : papaia, tutti gli agrumi, fragole, broccoli, peperoni, cavolfiore.

- vitamina D : viene prodotta dalla pelle quando è esposta alla luce del sole (una esposizione giornaliera al sole di braccia e volto per una media di 15 minuti è più che sufficiente) o con cibi arricchiti.

- vitamina E : patate, mango, avocado, mandorle, nocciole, arachidi, semi di girasole.

- vitamina K : presente in abbondanza in tutti i vegetali a foglia verde (in particolare nel cavolo e lattuga).

Altri elementi essenziali:

- acido folico : presente in abbondanza in tutti i vegetali (in particolare broccoli, asparagi, legumi, arance).

- acido pantotenico : presente in abbondanza tutti i vegetali.

- biotina: legumi (soia soprattutto), cereali, mandorle, spinaci, funghi niacina: tutti i cereali, funghi, patate, avocado, tempeh, noccioline.

- omega-3 : l’olio di lino ci fornisce l’Omega-3. E’ sufficiente meno di un cucchiaio al giorno (da usare rigorosamente crudo, ad esempio sull’insalata) per ottenere una quantità più che adeguata di omega-3 (2-3 grammi).