Questo sito contribuisce alla audience di

Che cosa mangiamo?

Mangiare vegan non è affatto difficile o laborioso, basta fare mente locale per qualche minuto e vedere le svariate possibiltà che ci offre il mondo vegetale.

E’ sufficiente rivedere un po’ il nostro modo di nutrirci, avvicinandoci con fiducia ai prodotti vegetali, nella loro forma naturale e in quella elaborata a casa o acquistabile nei negozi di alimentazione biologica, ora ci sono anche forniti supermercati “naturali”, nelle erboristerie e spesso anche nella grande distribuzione, che sta creando sempre più ampi spazi dedicati a tutto cià che è considerato sano per il nostro organismo.
La tavola, eliminati i prodotti animali, si arricchisce e scopre gusti da tutto il mondo. Ma la nostra cucina mediterranea è un ottimo punto di partenza per un’alimentazione vegan, infatti nel nostro Paese è davvero facilissimo trovare piatti gustosi in tutte le situazioni… e i vegan stranieri lo considerano un vero e proprio “paradiso”. Agli ingredienti più comuni si affiancano prodotti provenienti da tante parti del mondo e utilizzati da millenni in vastissime aree del pianeta, come ad esempio la soia, che ci regala tante variazioni, di cui il più noto è il tofu , o la salsa di soia.

I cereali, cibo base della cucina italiana ed elementi fondamentali della nostra scelta, si presentano principalmente sottoforma di pane, che può variare il suo apporto nutritivo se realizzato con cereali diversi (grano, farro, orzo), di pasta, anch’essa ormai reperibile come risultato di varie combinazioni di cereali integrali e di riso, anch’esso ormai disponibile di numerose e diverse origini (italiano, tailandese, indiano, americano ecc, e in differenti gradi di elaborazione (integrale, semi-integrale e bianco). Non dimentichiamo il farro, oggi riscoperto, l’orzo, il miglio.

I nostri legumi (ceci, fagioli, lenticchie) sono ora affiancati da tante altre specie dai nomi magari esotici, come gli azuki, ma dai sapori gradevolissimi. Il glutine (la parte proteica) di grano, sottoposto ad un procedimento del tutto naturale, diventa seitan , prodotto versatile e gustoso, da cucinare in mille modi. La combinazione di legumi e cereali per ottenere pasti completi, non è una novità (anche se non è indispensabile abbinarli nello stesso pasto) ed è stata per secoli il “carburante” di generazioni di persone che davvero non conducevano una vita sedentaria.
I sapori del mare li prendiamo dalle alghe. La frutta e la verdura sono da sempre sulle nostre tavole e le scegliamo di stagione e possibilmente biologiche.
In base a ricerche di tipo nutrizionale, le preparazioni che contengono solo prodotti vegetali risultano meno caloriche, contengono mero grassi e sono prive di colesterolo ma sono ugualmente energetiche.