Questo sito contribuisce alla audience di

Gli animali sono tutti uguali

A conclusione del famoso racconto satirico di George Orwell Animal Farm (La Fattoria degli Animali) la vecchia costituzione e' abolita e sostituita da una nuova, che conta un solo articolo: Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono piu' uguali degli altri.

Nella nostra lingua, il termine compassione ha un’accezione che induce a pensare ad un atteggiamento patetico di pietà, mentre l’ inglese compassion presenta una connotazione meno “religiosa” e più pratica, che può essere definita come empatia in azione, dove empatia sta a significare il processo psicologico di partecipazione intensa alla situazione di un altro essere.

In generale, la compassion viene interpretata e diretta verso altri esseri umani in situazione di bisogno o vittime di abusi e coercizioni e spesso si concentra verso determinati sottogruppi, di età, geografici, etnici.
Alcune persone includono gli animali nella sfera della compassion, ma sovente si tratta di determinate “classi”, come gli animali palesemente vittime di violenze, le specie in estinzione, i propri animali domestici e, per estensione, tutti i cani e/o tutti i gatti.
Gli sforzi e l’impegno dedicati ai compagni di casa sono senza dubbio decisi segnali di sensibilità nei confronti degli esseri non-umani, ma denunciano una compassion dal campo d’azione ridotto, che si può così definire compassion selettiva e spiegare con facilità citando il comportamento dei consumatori che intenzionalmente acquistano il tonno pubblicizzato come risultato di una genere di pesca che non danneggia i delfini, come se questi ultimi avessero diritto ad un trattamento di favore rispetto al “banale” tonno.
Altri esempi di compassion incoerente e incongrua sono l’appassionato di bird-watching che ritorna a casa dopo l’appostamento e mangia il pollo, gli attivisti della lotta per il riconoscimento dei diritti animali che indossano scarpe o accessori in pelle o i vegetariani che consumano abbondanti quantità di prodotti caseari.

L’etica vegan, basandosi su una compassion indiscriminata, si pone in netto contrasto rispetto alle tradizioni alimentari, alle convenzioni sociali e al condizionamento culturale che hanno abituato le persone a reagire alla crudeltà dello sfruttamento degli animali secondo modelli reiterati di apatia e insensibilità e ne rappresenta il superamento in direzione di una società consapevole delle conseguenze del proprio comportamento sugli altri esseri e perciò coerente con gli ideali di giustizia ed uguaglianza di cui si vanta.