Questo sito contribuisce alla audience di

Le proprietà antidepressive del cioccolato...yum!

Nuove ricerche hanno dimostrato che, contrariamente alla convinzione comune che tutto ciò che è buono debba in qualche modo fare male, il cioccolato è un vero cocktail di sostanze potenzialmente protettive e anche antidepressive. In particolare, il prof. Gordon Parker, dell'Universita' di New South Wales a Sidney, ha pubblicato recentemente un nuovo studio sulle proprieta' benefiche del cioccolato.

Secondo Parker, esperto in problemi della depressione, le persone che cedono alla voglia di cioccolato in realtà si autosomministrano una medicina. Stando ai rultati della ricerca, il cioccolato potrebbe essere classificato e quindi venduto come alimento destinato alla cura di precise patologie. I carboidrati e gli zuccheri contenuti dal cacao, infatti, permettono la produzione di alcuni ormoni, come le endorfine, gli oppioidi prodotti naturalmente dal cervello, piu’ velocemente di molti psicofarmaci.
Altri studi hanno individuato nel cioccolato la presenza di una sostanza cannabinoide-simile, l’anandamide (ananda = beatitudine, in lingua sanscrita).

La reazione ormonale e chimica nell’organismo, all’ingestione di cioccolato, risulta così assai simile all’azione di una particolare classe di farmaci antidepressione chiamati SSRI (Selective Serotonin Reuptake Inhibitors), sostiene Parker, il cui studio è stato pubblicato nell’ultimo numero dell’American Journal of Psychiatry.

Per alcune persone quindi, in seguito alla sua associazione con la serotonina, neurotrasmettitire che svolge un’azione inibitoria e tranquillizzante (tanto che una diminuzione di serotonina è messa in relazione con l’aumento di aggressività e tendenza al suicidio) il cioccolato diventa desiderabile e a volte indispensabile nei momenti difficili della giornata.

Antidepressivo o semplice delizia del palato….ecco quali devono essere le caratteristiche del vero cioccolato fondente, alimento amatissimo dai vegan (e non solo..).

Cioccolato fondente (secondo il Chococlub)

Aspetto : lucido, senza macchie. Colore scuro, molto scuro, quasi rosso.

Profumo : il cioccolato fondente deve avere, innanzitutto, un profumo gradevole, vagamente vanigliato ed intensamente “cacao”.

Palabilita’ : deve spaccarsi nettamente nell’addentarlo, sciogliersi rapidamente in bocca, avere una sabbiosità quasi impercettibile. Una volta sciolto dovrà lasciare una sensazione di dolcezza che sarà di veloce passaggio per lasciar spazio all’acidità del cacao (prova di bassa potassatura) e all’amaro (segno positivo di bassa percentuale di zucchero).

Per chi vuole saperne di più, sulle qualità del cioccolato, tra i link segnalo due articoli dell’EUFIC, European Food Information Council, organizzazione europea, indipendente e senza fini di lucro, con sede a Bruxelles, fondata nel 1993 allo scopo di informare i consumatori europei sulle qualità nutrizionali e la sicurezza degli alimenti.