Questo sito contribuisce alla audience di

Itinerari Veneti: Feltre

FELTRE Feltre è una bella cittadina arroccata su un colle (cosiddetto “Colle delle Capre”), alle pendici delle Dolomiti bellunesi. Con una popolazione di oltre 20mila abitanti, è il principale[...]

feltre - piazza maggioreFELTRE
Feltre è una bella cittadina arroccata su un colle (cosiddetto “Colle delle Capre”), alle pendici delle Dolomiti bellunesi.
Con una popolazione di oltre 20mila abitanti, è il principale centro del territorio, nonché il più grande della provincia dopo il Capoluogo.

Visitare Feltre significa perdersi in un connubio di grazia ed austerità, tipico delle sue architetture basso medievali e, soprattutto, genuinamente rinascimentali, frutto dell’opera veneziana.

L’intero centro storico è dominato dall’austera Torre di Alboino, facente parte del complesso dell’antico castello, più volte rimaneggiato, in prossimità del quale si apre la bella Piazza Maggiore, su cui si affacciano la Torre dell’Orologio, la Chiesa di San Rocco, Cinquecentesca, e Palazzo Guarnieri, oltre alle grandi Fontane Lombardesche, del 1488, rifatte nel 1520.

Qui si può aprire un’importante parentesi che spiega il perché una città antica come Feltre, città preromana, non abbia, praticamente, testimonianze architettoniche precedenti al Quattrocento, se non scarsissime, e la maggior parte del suo impianto urbanistico sia Cinquecentesco e Seicentesco; la risposta è molto semplice: Feltre, per la sua fedeltà a Venezia e per la strenua difesa assunta contro le truppe della Lega di Cambrai, in guerra contro la Serenissima, pagò tributo alle truppe di Cambrai con la semidistruzione del centro urbano, a cui seguì, dopo gli episodi del 1509-1510, la rapida ricostruzione veneziana che ne ha caratterizzato, e ne caratterizza tutt’oggi, l’intero centro storico.

Tornando in Piazza Maggiore, sul lato opposto si possono ammirare il Palazzo Pretorio ed il Palazzo della Ragione (o del Rettorato), oggi sede municipale. Nel centro della piazza, che già doveva essere il foro in epoca romana, il Leone di San Marco ricorda, dall’alto di una colonna, la gloria della Serenissima Repubblica di Venezia, mentre due statue rendono onore a Vittorino da Feltre e a Panfilo Castaldi.

Intorno a Piazza Maggiore scende l’intero centro storico, che trova il suo asse viario principale nelle vie Mezzaterra e Luzzo, ricche di palazzi rinascimentali affrescati, tra Porta Imperiale e Porta Oria e, più in basso, nella via Campo Mosto e via Campo Giorgio, costeggiata dalle mura rinascimentali, presso cui si apre Piazza Cambruzzi, su cui si affaccia la Cattedrale di San Pietro Apostolo, Concattedrale vescovile della diocesi di Belluno – Feltre, costruita a partire dal 1514 su chiesa pre-esistente (precedente all’anno Mille) ed il Battistero, già Chiesa di Beata Vergine del Rosario.

La visita di Feltre non può prescindere dalla visita delle splendide montagne che la circondano.

RAGGIUNGERE FELTRE
in auto:dalla A4, presso Venezia, imboccare la A27 Venezia - Belluno ed uscire a Belluno. In seguito seguire la SS50 o la SS50bis, direzione Feltre.
da Treviso città: SS348 “Feltrina”.
da Vicenza città: si può, in alternativa, raggiungere Bassano del Grappa (seguendo le indicazioni) e poi imboccare la SS148 fino allo svincolo per la SS50bis, per poi seguire in direzione Feltre - Belluno, oppure raggiungere Castelfranco Veneto e da qui imboccare la SS667 e poi la SS348 (è sufficiente seguire le indicazioni per Feltre, ben segnalata).
in treno:linea Padova - Belluno - Calalzo, stazione ferroviaria di Feltre.
da segnalare che la cittadina è ben servita da autobus che la collegano con tutta la provincia di Belluno, con Treviso e con Trento.

foto: FELTRE, scorcio di Piazza Maggiore