Questo sito contribuisce alla audience di

Bocas del Toro, le isole di Survivor

Bocas del Toro è il nome di un incantevole arcipelago tra i Caraibi e Panama. E'stato scelto come scenario per la versione italiana di "Survivor", il celebre format televisivo cugino del "Grande Fratello". 8 uomini e 8 donne, lasciati su un'isola deserta, devono cavarsela da soli, senza cibo, né acqua, né riparo,sotto il costante ed impietoso sguardo delle telecamere. Tutte le informazioni utili per visitare l'arcipelago.

A circa 50 minuti via mare da Bocas del Toro si trovano due piccole isole gemelle dove le 2 tribù hanno piantato i loro accampamenti. I Kuna a Zapatilla e i Tolote a Zapatillita. Questi isolotti, posti a poca distanza l’uno dall’altro, rappresentano la vera essenza dell’arcipelago: ecosistema integro, un mare trasparente dai fondali incredibili e con una foresta pluviale ricca di vita che si affaccia prepotentemente sull’oceano. La base della troupe si trova nella cittadina da cui prende il nome l’intero arcipelago; questo piccolo centro sorge nella parte meridionale dell’Isla Colon. Scendendo verso sud troviamo Bastimentos, l’altra grande isola dell’arcipelago, centro del National Marine Park, una delle zone più belle del Centro America.
L’arcipelago fu scoperto da Cristoforo Colombo nel 1502, durante il suo quarto e ultimo viaggio nel Nuovo Mondo, da qui il nome Isla Colon.

Tralascio volutamente ogni giudizio e considerazione sulla “liceità” e la veridicità di quello che per alcuni puristi e professionisti dell’avventura è solo un mero spettacolo allestito ad uso e consumo delle telecamere, fatto da gente non preparata, motivata solo da un abbaglio di celebrità.

Per altri, invece, è una grande prova di sopravvivenza ed un interessante esperimento sociologico che mostra l’uomo, in un epoca quanto mai “comoda”, alle prese coi suoi bisogni primari.
b
Per ogni discussione a riguardo, vi invito a partecipare al Forum: “Survivor, arena o farsa?”

INFORMAZIONI UTILI

Foreste pluviali, spiagge bianche, fondali incontaminati compongono l’arcipelago, composto da sei isole.
La *capitale”, da cui prende nome l’arcipelago, è appunto Bocas del Toro e si trova sull’isola di Colon. La provincia di Bocas comprende anche la parte piu’ a nord del Panama continentale.

I circa 3.500 residenti vivono in case di legno dal semplice stile caraibico-coloniale, la maggior parte delle quali sono palafitte sull’acqua.
I trasporti vengono garantiti da barche. Gli imbarcaderi si trovano tutti a Bocas. Troviamo anche un piccolo aeroporto, destinato unicamente all’atterraggio di piccoli bimotori, che confina con un asilo e con la strada principale del paese.

Per la maggior parte protetto in un parco nazionale, l’arcipelago di Bocas del Toro offre fondali meravigliosi per praticare immersioni. Fra le mete imperdibili vi sono le grotte sottomarine delle Zapatillas Keys e l’Ola Chica, percorso diving tra spettacolari formazioni vulcaniche.
Per sbarcare sulla protetta Isla Bastimentos occorre pagare un pedaggio di 10 $, ma ne vale assolutamente la pena. E’ infatti parco marino nazionale e nasconde spiagge immacolate e una meravigliosa flora. In queste isole, nel corso dei secoli si è sviluppato un ecosistema unico rimasto intatto dalla scoperta di Cristoforo Colombo sino ad oggi. Le acque ospitano numerose forme di vita, tra le centinaia di abitanti marini i più conosciuti sono i pesci vela, i marlin blu e neri, i barracuda, gli squali. Le stesse varietà di corallo sono più di venti.

INFO: COME ANDARE, CLIMA, DOCUMENTI, LINGUA…

s=”na”;c=”na”;j=”na”;f=”"+escape(document.referrer)

s=screen.width;v=navigator.appName
if (v != “Netscape”) {c=screen.colorDepth}
else {c=screen.pixelDepth}
j=navigator.javaEnabled()

function pr(n) {document.write(n,”n”);}
NS2Ch=0
if (navigator.appName == “Netscape” &&
navigator.appVersion.charAt(0) == “2″) {NS2Ch=1}
if (NS2Ch == 0) {
r=”&size=”+s+”&colors=”+c+”&referer=”+f+”&java=”+j+”"
pr(”“)}

SRC="http://c3.thecounter.com/id=2168182" ALT="TC" BORDER=0>