Questo sito contribuisce alla audience di

L'isola di Robinson Crusoe

L'isola omonima del celeberrimo naufrago si trova nell'Oceano Pacifico, 674 km al largo della costa del Cile, nell'arcipelago di Juan Fernandez.

Daniel Defoe ambiento’ qui il suo romanzo
“Robinson Crusoe”, ispirato ad un fatto realmente accaduto agli inizi del ‘700: la disavventura del marinaio scozzese Alexander Selkirk, abbandonato per quattro anni su un’isola deserta.
Juan Fernandez è composto dall’isola Robinson Crusoe (ex Masatierra), dall’isola Alejandro Selkirk (ex Masafuera) e dall’isola di Santa Clara.

L’arcipelago, che è parco nazionale ed è considerato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, conta meno di mille abitanti.
L’ambiente non è cosi’ tropicale come la fantasia potrebbe suggerire.
Tuttavia, l’origine vulcanica regala spettacolari pareti di roccia a picco sul mare, alternate a impervie insenature e a spiagge popolate di foche, leoni ed elefanti marini e centinaia di specie di uccelli.
E’ un angolo non toccato dal turismo di massa, riserva mondiale della biosfera e paradiso botanico con decine di specie uniche, famoso oltre che per Robinson e Venerdì per le sue pregiatissime aragoste.
L’isola di Robinson Crusoe ha una superficie di 93 chilometri, con una lunghezza massima di 22 Km e un’ampiezza che non supera i 7,3 Km, mentre raggiunge l’altitudine di 915 metri con il Cerro El Yunque.

Un cartello segnala ancora la grotta in cui visse Selkirk-Crusoe.

Malgrado l’interesse ‘letterario’ delle isole, la loro scoperta è da attribuire al navigatore spagnolo Juan Fernandez che approdò in quelle terre completamente disabitate nel novembre del 1574.

Il clima delle isole è di tipo mediterraneo, perché trovandosi abbastanza lontane dal continente subiscono l’influsso delle correnti fredde delle acque subantartiche. A San Juan de Bautista, il mese più caldo è febbraio, con una temperatura media che si aggira intorno ai 21.8 gradi, mentre il mese più freddo è agosto con una media di 10 gradi centigradi.

Tutte le informazioni

Un imperdibile sito amatoriale [Ing.]