Questo sito contribuisce alla audience di

Le Castelliadi: alla scoperta dei Castelli Romani

Undici itinerari alla scoperta dei Castelli Romani: dal 3 al 27 ottobre.

Organizzata dalle associazioni culturali castellane Diakronica e ForTur, le Castelliadi rappresenta ormai da anni il ciclo di visite guidate che porta i più interessati alla scoperta dei Castelli Romani.

Divise in 11 itinerari, quest’anno interessano ben 7 Comuni dei Castelli Romani: Genzano di Roma, Nemi, Castel Gandolfo, Lanuvio, Velletri, Rocca di papa e Marino.

Tutte le visite si svolgono normalmente dalle 10 alle 13 circa le domeniche, e nei pomeriggi del sabato o dei venerdì a partire dalle 17 circa. Il costo delle visite è di 6,00 euro e per tutte le visite è obbligatoria la prenotazione. Per informazioni: tel. 328/8349922-333/2671151-347/0859065-328/6248282.

Domenica 3 Ottobre, riprende “Passeggiando tra storia ed arte: Velletri, la città dell’imperatore Augusto”, visita alla scoperta di uno dei più enigmatici paesi dei Castelli Romani, più la passeggiata all’interno di uno dei più bei boschi dei Castelli, il Bosco del cerquone.

Domenica 10 Ottobre riprende alle ore 16 “Mito e miele”, escursione nel bacino del lago di Nemi, alla scoperta del tempio di Diana e del Museo delle navi romane. Parte invece alle 17 “Castel Gandolfo ieri ed oggi”, visita nel barocco di Castel Gandolfo, residenza estiva dei papi.

Sabato 16 Ottobre invece si torna nel più alto dei comuni dei Castelli Romani, Rocca di papa. “Il fascino di un borgo incontaminato tra murales e sculture rupestri”, visitando uno dei meglio conservati borghi dei Castelli Romani.

Domenica 17, con “Il sanguinario mito di Giunone Sospita” a Lanuvio si compie il fantastico excursus attraverso la storia preromana, romana e medioevale del piccolo centro castellano.

Infine domenica 24 “Come Diana, tra i boschi del suo lago…”, chiude la 2° edizione delle Castelliadi con l’esplorazione delle leggende che velano il bacino del lago di Nemi, attraverso un’itinerario nel magico bosco della dea latina.