Questo sito contribuisce alla audience di

Arriva lo spumante made in Caserta

La storica casa vinicola Magliulo approda all’Agrifood di Verona (3-6 marzo) per presentare lo spumante campano, vinificato nelle imponenti e profonde grotte di tufo dove si svolge la spumantizzazione con il metodo classico.

Arriva lo spumante made in Caserta
alberata_aversanaDal cuore della doc Asprinio d’Aversa la storica casa vinicola Magliulo approda all’Agrifood di Verona (3-6 marzo) per presentare lo spumante campano, vinificato nelle imponenti e profonde grotte di tufo dove si svolge la spumantizzazione con il metodo classico. Vino affascinante e raffinato, si trova in produzione limitata. A marzo l’inaugurazione della nuova sala degustazione. L’azienda Magliulo, che esporta in Inghilterra e Svizzera, ora punta sull’Austria. Ospita un piccolo museo della civiltà contadina ed è tra le aziende promotrici delle strade del vino di Caserta.

Ha toccato la vetta delle centomila bottiglie ed ha già investito parte della produzione nei mercati Europei. Il vino Magliulo nasce nella terra dell’Asprinio doc dove da tre generazioni la famiglia svolge l’attività di produzione e distribuzione dei vini. I terreni aziendali si estendono per circa 50 ettari di cui 12 interamente coltivati a vigneto e una parte di essi è ubicata nei territori del Real di Carditello, dove è possibile ammirare antiche costruzioni e i fabbricati Vanvitelliani.
La cantina, costruita all’inizio del secolo, è attualmente condotta da Raffaele Magliulo e dispone di undici etichette e di un marchio ormai noto. La vinificazione segue canoni di antica trazione pur seguendo con attenzione i risultati della ricerca sui procedimenti tecnologici più avanzati.

E’ l’enologo Alessandro Mancini a dirigere le operazioni di vinificazione per ottenere vini chiari, fini ed eleganti.
Le uve giungono in cantina già raccolte in cassette e sono immediatamente sottoposte a selezione, seguita da pressatura soffice con controllo del mosto mediante stabilizzazione a freddo nel corso della fermentazione. I vini vengono conservati in vasche di acciaio inox fino al momento dell’imbottigliamento, che è sterile con microfiltrazione.

museoParte della produzione è sottoposta ad affinamento in botti di legno, come il Carditellorosso, affinato in barrique. Affezionati alle sue produzioni i mercati inglesi e svizzeri. E mentre si prepara per l’Agrifood di Verona, casa Magliulo punta sull’Austria.
Il vino tipico della zona è l’Asprinio Aversa doc ma l’azienda Magliulo offre anche un’ampia gamma di Igt che arricchisce la produzione: Carditellorosso, Carditellobianco, Falanghina, Frizzante naturale di Asprinio “Asprì”, Aglianico, Fiano, Casavecchia, Pallagrello, Greco e Coda di Volpe. Profumato il Novello “ Fior di bosco” prodotto in quantità limitata ad ogni vendemmia. Infine da non dimenticare lo Spumante di Asprinio, vinificato con l’affascinante metodo classico, in quantità limitate nelle profonde grotte di tufo.
L’Azienda è di frequente meta di visite guidate organizzate dalle strutture scolastiche del territorio e di tour enogastronomici all’insegna della cultura e della tradizione, anche perché, attraversando il giardino annesso all’Azienda, è possibile ammirare una collezione di attrezzi della antica civiltà contadina.

La scheda
Ragione sociale Magliulo snc
Sede: Frignano
Anno di costituzione: 1996
Proprietà: Raffaele Magliulo
Settore: produzione vitivinicola
Addetti: 5
Enologo: Alessandro Mancini
Mercati di sbocco: Svizzera e Inghilterra
Indirizzo internet: www.vinimagliulo.it - email info@vinimagliulo.it