Questo sito contribuisce alla audience di

Corsi di avvicinamento al vino in Casentino

Lezioni teoriche e degustazioni guidate: questa la proposta che stuzzicherà golosi e curiosi da tutto il Casentino promossa dalla Strada del Vino.

Corsi di avvicinamento al vino in Casentino

Lezioni teoriche e degustazioni guidate: questa la proposta che stuzzicherà golosi e curiosi da tutto il Casentino promossa dalla Strada del Vino. Nel periodo compreso tra l’aprile e il giugno prossimo saranno organizzati “Corsi di avvicinamento al vino” a Pratovecchio, Bibbiena, Castel San Niccolò, Capolona, Stia e Talla.

L’iniziativa si propone di avvicinare i ad un consumo consapevole e di qualità e fornirà le basi per conoscere e degustare il vino, saperlo servire alla giusta temperatura ed abbinare ai piatti della cucina toscana.

Il corso, condotto da noti ed esperti relatori A.I.S., si articola in cinque lezioni comprensive di dispense e calici da degustazione per un costo di 60 Euro.

Nei cinque appuntamenti previsti saranno illustrati i principali vitigni e le tecniche di vinificazione, verranno insegnate le basi di una corretta degustazione, le tecniche di servizio e di conservazione dei vini, senza dimenticare una panoramica sulle produzioni aretine, nazionali e internazionali.

Una lezione sarà dedicata ad apprendere il corretto abbinamento del vino ai cibi della tradizione Casentinese. Alla teoria si accompagnerà sempre la pratica: infatti ogni incontro prevede la degustazione dei vini oggetto della lezione.

La presentazione ufficiale del calendario e delle sedi del corso si è svolta questa mattina presso la Comunità Montana del Casentino con la partecipazione dell’assessore provinciale all’Agricoltura Roberto Vasai e i Sindaci o rappresentanti dei Comuni coinvolti. L’iniziativa, che già ha già riscosso notevole successo in altri Comuni aretini, è organizzata dalla Strada del vino Terre di Arezzo in collaborazione coi i Comuni interessati e la Strada dei sapori del Casentino, con il supporto dell’Ais Associazione Italiana Sommelier e ha il patrocinio di Provincia di Arezzo e Camera di Commercio.

“Il Corso –ha detto l’assessore provinciale Vasai– va incontro alla voglia di conoscere manifestata dai consumatori, ed avrà un alto profilo qualitativo. Sarà una introduzione alla cultura enologica attraverso lezioni di teoria e degustazioni guidate, con l’intenzione di trasmettere la cultura del buon bere, senza dimenticare la conoscenza dei vini aretini, che si sono guadagnati una posizione di grande rilievo nel panorama toscano e nazionale”.